Quantcast

11 casi di Coronavirus ad Angera: il sindaco fa il punto della situazione

La fascia d'età colpita va dai 15 agli 85 anni. Par qualcuno è stato necessario il ricovero

MAESTOSA ROCCA DI ANGERA

Nella sera di mercoledì 21 ottobre sono 11 i cittadini di Angera positivi al Coronavirus, uno in più rispetto a quelli registrati il giorno precedente. A comunicarlo è stato il sindaco Alessandro Paladini Molgora nel corso della sua ultima diretta Facebook.

«Il numero dei contagi – ha spiegato il sindaco di Angera – si è impennato in tutta la provincia, ma soprattutto nel nostro territorio. Le autorità hanno confermato la presenza di 11 persone positive ad Angera, ma so che altri nostri concittadini sono in attesa dell’esito ufficiale del tampone. La fascia d’età interessata è ampia e va dai 15 agli 85 anni, e in alcuni casi è stato necessario il ricovero».

Il sindaco ha poi illustrato le misure di contenimento contenute nella nuova ordinanza emanata da Regione Lombardia.

«Purtroppo – ha aggiunto Molgora – il sistema di tracciamento dei contagi inizia ad entrare in crisi. Con l’aumento dei casi non si riesce più a mettere in pratica un sistema di tracciamento efficiente».

«Gran parte dei contagi – ha poi precisato il sindaco – avviene in famiglia, probabilmente perché in casa non si usa la mascherina. So bene che indossare la mascherina di fronte ai parenti nella propria abitazione può sembrare strano o esagerato, ma invece si tratta di una misura importantissima per la salute di tutti».

«Non è possibile – ha concluso Molgora – lanciare un nuovo lockdown a causa della situazione economica del paese. Quello che invece ognuno di noi potrebbe fare è ridurre i contatti con le altre persone allo stretto necessario. Un altra buona abitudine è anche spalancare le finestre di casa o dell’ufficio e lasciare circolare l’aria anche più volte al giorno, in modo da ridurre la carica virale presente nell’ambiente nel caso all’interno vi siano positivi asintomatici. Sarebbe meglio anche evitare di visitare i parenti più anziani, e se necessario comunque indossando sempre la mascherina».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore