Quantcast

Dall’Italia all’Australia, lo straordinario viaggio di Giorgio Vanni diventa un libro

Partito da Sesto Calende e arrivato a Perth, l'autore racconta il suo grande percorso attraverso l'Asia, in solitaria e con i mezzi e concluso poche settimane prima dello scoppio della pandemia

Giorgio Vanni: l'arrivo in Australia

Dalla partenza, dalla stazione di Sesto Calende, il 25 agosto 2019, sono passati quasi tre anni ma nel frattempo, nei territori attraversati da Giorgio Vanni di Travedona Monate, nel suo Overland Italia-Australia è accaduto di tutto.

Il suo incredibile viaggio attraverso l’Asia, compiuto in solitaria e a bordo di mezzi pubblici, è stata una delle ultime grandi avventure di viaggio prima che il Covid arrivasse a rivoluzionare il mondo e, tra le altre conseguenze, a sospendere gli spostamenti. “Se davvero il primo contagio era avvenuto a metà novembre del 2019 nella provincia cinese dello Hube, beh allora io il virus lo avevo appena sfiorato – racconta Vanni -. Avevo lasciato la Cina partendo dalla provincia dello Yunnan a fine ottobre e una quindicina di giorni prima viaggiando da Shanghai a Guilin, ero passato non lontano da Wuhan, cambiale dello Hube ed epicentro del contagio. Inconsapevolmente io e il virus avevamo giocato a nascondino; lo avevo anticipato in Asia, ma ora correvo il rischio d’incrociarlo a distanza ravvicinata in Italia”

Giorgio Vanni è partito dall’Italia e ha percorso in tre mesi Russia, Mongolia, Cina, Vietnam, Cambogia, Malesia per arrivare infine alla meta tanto attesa, l’Australia dove vive la figlia con la quale ha potuto trascorrere le feste di dicembre. È tornato a casa nel gennaio del 2020, anticipando di qualche settimana la grande pandemia. Ma il suo viaggio si è compiuto esattamente come aveva sognato e progettato.

Dalle pagine di VareseNews, dove abbiamo pubblicato il suo diario, lo abbiamo seguito attraversare mezzo mondo viaggiando come riusciva: in treno, coi bus, qualche volta in taxi e perfino in terza classe. Con parole e foto ha descritto le metropoli e le lande più estreme d’oriente, le spiagge deserte i villaggi remoti. Ha viaggiato in solitaria ma non è mai stato solo. Con lui le tante persone che ha incontrato e che lo hanno guidato e accompagnato nel suo straordinario overland.

Viaggio Giorgio Vanni
L’itinerario di viaggio

L’avventura di Giorgio Vanni è ora diventata un libro edito da Nem per la collana Lanterna Magica. “Sono stato fortunato – scrive nella conclusione – ad avere la possibilità, a disporre dei mezzi e delle condizioni fisiche per realizzare questo viaggio. Ma se si ha davvero un sogno – non importa quale sia, e non deve essere nulla di eclatante – se si ha un fuoco interiore che brucia, un obiettivo a cui teniamo, allora si deve cercare di superare l’età, i giudizi della gente, le convinzioni, bisogna scrollarsi di dosso la rassegnazione, l’inerzia e si deve dare il massimo per realizzarlo. Si potrà fallire o riuscire, questo potrà dipendere da tante variabili, a volte incontrollabili, ma l’importante sarà d’averci provato con il cuore e la determinazione che meritiamo, perché dobbiamo rispettarci”.

Tutti gli articoli sul viaggio di Giorgio Vanni

di mariacarla.cebrelli@varesenews.it
Pubblicato il 08 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore