Quantcast

Il festival “Il lago cromatico” riporta musica e arte sulle rive del Verbano

Organizzata dall'associazione Musica libera, l'ottava edizione avrà come tema gli "intrecci". un viaggio tra le storie delle persone e dei luoghi della sponda lombarda del Lago Maggiore

lago cromatico

Tra musica, teatro e sapori, il festival Il lago cromatico ritorna sulle sponde lombarde del basso Verbano con un ricco calendario di eventi. La manifestazione organizzata dall’associazione Musica libera è arrivata all’ottava edizione e quest’anno come tema avrà gli “intrecci”. Attraverso l’arte e la cultura, il festival esplorerà infatti i legami che uniscono luoghi, persone e tradizioni di questo territorio.

La nuova edizione del festival si svolgerà da giugno ad agosto e coinvolgerà i Comuni di Angera, Besozzo, Comabbio, Laveno Mombello, Leggiuno, Ranco, Somma Lombardo, Taino e Travedona Monate, insieme a numerosi musei, associazioni, operatori turistici e commerciali del territorio.

Come una grande tela di fili colorati, gli eventi in programma saranno legati fra loro per creare un’unica grande immagine nella quale ognuno potrà ritrovarsi in piena libertà e secondo la propria sensibilità. «Per la prima volta – spiega Clara Schembari, direttore artistico del festival Il lago cromatico – abbracceremo ben tre laghi: il Maggiore e i Laghi di Comabbio e Monate. L’obiettivo del festival è da sempre quello di far conoscere la sponda lombarda del Verbano, tradizionalmente nota come la “sponda magra”, ma che invece può contare su una grande ricchezza. Quest’anno attraverso la musica e la cultura vogliamo raccontare le storie dei luoghi, delle persone e le tradizioni che hanno caratterizzato questo luogo. Sarà un’edizione ricca di spunti e di suggestioni».

I concerti del festival Il lago cromatico

L’inizio dell’ottavo festival Il lago cromatico sarà anticipato dal ritorno, dopo ben due anni di stop forzato a causa del Covid-19, della Festa europea della musica di Ranco martedì 21 giugno. Ben 22 formazioni animeranno il paese per tutta la serata, esibendosi dalle 18 nelle principali piazze e sul lungolago.

Tra gli artisti protagonisti dell’edizione ci saranno l’Ensemble Micrologus (1 Luglio – Somma Lombardo) con un programma dedicato alla produzione musicale del Trecento italiano, l’epoca del Boccaccio, dei momenti conviviali del cantare e del danzare; Fabrizio Bosso, trombettista e compositore italiano di fama internazionale, che insieme ai Saxofollia Quartet (10 Luglio – Taino) presenterà uno spettacolo dalle sonorità inusuali ed esclusive; e la celebre pianista Leonora Armellini (30 Luglio – Angera), prima donna italiana premiata al concorso F. Chopin di Varsavia, oggi riconosciuta come una delle migliori interpreti a livello internazionale.

Tre gli appuntamenti dedicati alla musica di tradizione: il noto musicista genovese Filippo Gambetta (2 Luglio – Laveno Mombello) presenterà il suo nuovo progetto dedicato alle sonorità sudamericane; i Bevano Est (9 Luglio – Monate di Travedona) proporranno una rilettura dallo stile originale ed unico di questo genere; infine, la tradizione irlandese arriverà sul Lago Maggiore attraverso lo spirito folk degli Inis Fail (6 Agosto – Angera). Molti altri saranno gli ospiti d’eccellenza: la talentuosa pianista armena Ani Martirosyan (8 Luglio – Besozzo), o ancora l’originale duo Nebiolo – Gullot (13 Luglio – Eremo di S. Caterina) che proporrà un’insolita ma stupefacente unione tra chitarra spagnola e flauto di pan, due strumenti dalle origini differenti ma che, intrecciati fra loro, certamente stupiranno il pubblico per la loro ricercatezza timbrica.

Silvia Felisetti, soprano e soubrette, insieme al Quartetto Eccentrico (15 Luglio – Comabbio) presenterà un divertente percorso musicale e comico sull’Opera italiana. L’Ensemble Terra Mater con l’attore Sebastiano Bronzato (23 Luglio – Laveno Mombello) accompagneranno il pubblico nelle Città Invisibili di Italo Calvino. Il Jazz Anni ‘20 sarà protagonista della proposta musicale di Mauro Porro & His Dixie Blue Blowers (3 Agosto – Laveno Mombello). Il violinista ucraino Igor Polesitsky e la Ziganoff Jazzmer Orchestra (11 Agosto – Ranco) condurranno gli spettatori attraverso un lungo itinerario musicale, alla scoperta degli storici legami tra la tradizione Klezmer e il jazz delle origini.

Gli appuntamenti col teatro

Un’intera giornata sarà dedicata alla tradizione della pesca sul Lago Maggiore, proponendo al pubblico la visione del pluripremiato cortometraggio Last of Us – Gli ultimi pescatori del Lago, del promettente regista Andrea Marcovicchio, seguito dallo spettacolo teatrale Le Donne della Pesca e del Lago di e con l’attrice varesina Betty Colombo (16 luglio – Ranco).

Il Festival non dimenticherà di celebrare anche le montagne. Lo farà proponendo un intenso spettacolo teatrale dal titolo (S)Legati – con Jacopo Bicocchi e Mattia Fabris – sui valori dell’alpinismo ma anche e soprattutto sul valore dei legami affettivi, sulla difficoltà di stringerli e sulla vita, che spesso ci costringe a scioglierli (21 Luglio – Sezione CAI di Laveno Mombello).

Al festival Il lago cromatico spazio all’enogastronomia

È in programma l’evento “Intrecci di culture e sapori in una tazza di tè”, una cena con degustazione in cui la raffinata cucina di Chef Davide Brovelli e il Tè di recentissima produzione della Compagnia del Lago Maggiore di Verbania si incontreranno con la passione e la consolidata esperienza di Tea In Italy, azienda varesina divenuta ormai meta sicura, nella Città Giardino, per i cultori della tradizionale bevanda (29 giugno – Ristorante “Il Sole”, Ranco).

Le visite guidate

Numerose saranno le possibilità di visitare importanti Siti di interesse storico, artistico e culturale, il Castello Visconti di San Vito (Somma Lombardo), l’Eremo di Santa Caterina del Sasso (Leggiuno) e l’antica residenza papale di Villa Magnolia (Besozzo). Infine, in collaborazione con il Museo Diffuso di Angera, verranno organizzate Passeggiate guidate alla riscoperta della tradizione della cultura dei bachi da seta e Laboratori di intrecci per i più piccoli.

Il festival Il lago cromatico è l’unico evento della sponda lombarda del Lago Maggiore ad essere stato selezionato e ad aver concluso con successo il percorso di Certificazione ISO 20121 “Eventi Sostenibili / Event sustainability management systems”, nell’ambito del progetto Interreg AMALAKE promosso dalla Camera di Commercio Monte Rosa Laghi – Alto Piemonte, in collaborazione con la Camera di Commercio di Varese.

L’iniziativa è patrocinata da Regione Lombardia, Provincia e Comune di Varese, Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, Camera di Commercio di Varese, Camera di Commercio Monte Rosa Laghi – Alto Piemonte e Riserva di Biosfera MAB Ticino Val Grande Verbano. Un ringraziamento particolare va a tutti coloro che credono nello sviluppo di questa importante manifestazione e decidono di supportarla ogni anno.

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 15 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore