Quantcast

Simone Castoldi ringrazia chi si è speso per l’hub vaccinale di Rancio Valcuvia

Moltissimi operatori privati ma anche enti pubblici e il lavoro di “rete“ offerto dai politici locali: così è stato possibile mettere a fuoco un esempio di efficienza che ha consentito di somministrare oltre 300 mila dosi di vaccino

«Voglio sottolineare l’impegno di tutti quelli che hanno reso possibile il buon funzionamento di questo presidio sanitario, fondamentale nella lotta contro la pandemia. Speriamo che oggi sia definitivamente alle spalle».
È il commento di Simone Castoldi, presidente comunità Montana Valli del Verbano dopo la chiusura dell’Hub vaccinale dell’Alto Varesotto. «Ringrazio ancora tutte le associazioni già citate nei precedenti articoli e i volontari della Protezione Civile, la Protezione Civile ANA (Associazione Nazionale Alpini) e i Carabinieri in congedo».

Commozione e gratitudine per la chiusura del centro vaccinale di Rancio Valcuvia

«Un doveroso riconoscimento va all’ASST dei Sette Laghi, all’ATS Insubria e al nostro Esercito”, continua il presidente dell’ente montano. «La somministrazione di oltre 300mila dosi di vaccino e un efficace contrasto alla diffusione del Covid sono stati resi possibili anche grazie all’impegno di molte aziende private: Eolo, Alfa SRL, Econord, la Ditta Sozzoni Scavi, Is_Ter SAS, Leroy Merlin, Di-Be, Floricultura Spertini, la Pasticceria Molinari di Cuveglio, la Pasticceria Gelato Caffe di Mesenzana, il ristorante Petit Parc, Rojac e la ditta Edile Bianchi Stefano».

Continua Castoldi: «Ma non solo privati, un grande aiuto per la realizzazione e l’ottimo funzionamento dell’Hub è arrivato anche da soggetti pubblici come il BIM (Bacino Imbrifero Montano) nella figura del presidente Patrizio Frattini e del consiglio che hanno deliberato in tempi record, meno di 48 ore, una importante somma fondamentale per l’apertura dell’Hub. Importante è stato l’impegno di Marco Magrini facente parte dell’Unità di Crisi di Regione Lombardia e dirigente ATS Insubria». Termina Castoldi: «Voglio infine sottolineare l’impegno e l’appoggio, istituzionale e personale, di tutti i sindaci e gli amministratori locali e i politici del territorio che senza alcuna divisione politica e partitica hanno sempre espresso massima fiducia nella grande funzionalità dell’Hub di Rancio».

di andrea.camurani@varesenews.it
Pubblicato il 16 Marzo 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore