Quantcast

Frane e allagamenti, il maltempo flagella il Vco. Evacuate diverse famiglie

Diverse le segnalazioni di danni e disagi e le strade chiuse a seguito di smottamenti e piante cadute

L’invito e’ perentorio. È arrivato dalla protezione civile del Vco, attraverso le parole di Stefano Barassi. “Rimanete a casa. La situazione e’ preoccupante” completamene allagata la zona di Gravellona, dove è straripata la Stronetta: allagati strade e capannoni, compreso quello della protezione civile. Situazione identica a Mergozzo, dove le strade sono completamente allagate. Strada provinciale chiusa in Vallestrona per due frane. Particolarmente colpita la zona del Cusio e della Bassa Ossola.

FRANE E STRADE INTERROTTE

Il maltempo si è accanito anche sulla Valle Cannobina con uno smottamento che si è verificato nella notte lungo la provinciale 75. La frana si è verificata nei pressi del bivio per Gurro. Non si conoscono al momento ulteriori dettagli.

Problemi anche sulla strada provinciale tra Alzo e Pogno, con una frana caduta intorno a mezzanotte che ha portato alla chiusura della provinciale. Transito impossibile anche tra Agrano e Pratolungo per la caduta di alberi.

FIUMI SORVEGLIATI SPECIALI

Il fiume Toce è esondato a Ornavasso. “Al momento due persone sono state sfollate. Frazioni di Teglia e Loia di Migiandone completamente isolate. Via Pietro Iorio, Via Navett e Via Menconi e parte bassa di Via delle Gasse impraticabili causa livello acqua” spiega il sindaco Cigala Fulgosi che sta seguendo la situazione da questa notte.

“Strada Boden interrotta per caduta piante, pali telefonici e smottamenti. Come comunicato tutti coloro che si trovano nelle zone a rischio si rechino nei piani alti e tutti coloro che sono a rischio allagamenti stacchino dai locali interessati gli elettrodomestici dalle prese di corrente”.

DANNI E INGENTI DISAGI NEL CUSIO

A Omegna, frazione Bagnella, evacuate alcune famiglie lungo la Fiumetta: il torrente in piena è arrivato a lambire le case.

Maltempo nel Cusio, distrutta una fabbrica di cuscini a Omegna

Chiuso il ponte pedonale che porta a Bagnella vecchia, smottamenti sulla strada di Ponte Bria chiusa al traffico dalle 2230 circa. A Gravellona chiuso nella notte corso Milano per allagamenti, isolate e senza corrente alcune case a piano grande.

LE CRITICITA’ NELL’OSSOLA

Le forti raffiche di vento hanno causato non pochi problemi a Coimo. Il paese questa mattina si è svegliato facendo la conta dei danni, ingenti. Il vento ha fatto crollare i camini di alcune case. Sempre in paese sono cadute alcune piante.

Problemi anche in Val Formazza. “Chiedo a tutti di non mettersi in strada e stare nelle proprie abitazioni”. L’appello arriva dal sindaco di Formazza Bruna Papa.
“Il maltempo ha allagato in più punti la statale che risulta impraticabile Abbiamo problemi con riali esondati e crolli di versante (Valdo) Se sapete di qualcuno che oggi avrebbe dovuto salire, informatelo di non venire. Grazie”.

Uno smottamento si è verificato lungo la strada che collega Prestinone a Craveggia. Lo frana si è verificata  poco distante dalla curva del Piaggio, lungo la Sp 116 bis al ck 1+00, ntorno alla una di notte. Sul posto Carabinieri di Santa Maria Maggiore, polizia locale di Craveggia e vigiil del fuoco del distaccamento di Santa Maria Maggiore. Sempre a Craveggia e nella vicina frazione di Vocogno si è verificato intorno alle 5 un black out elettrico. La corrente è poi ritornata prima delle 7.

TRE FAMIGLIE SFOLLATE A BAVENO

Tre famiglie sono state sfollate a Baveno in via precauzionale nella frazione di Oltrefiume, in via Fraccaroli. Una famiglia è stata sistemata in hotel, le altre due si trovano a casa di parenti. Sempre in quella zona una parte della strada pedonale è stata portata via dall’acqua.

Sono ingenti i danni un po’ in tutto il paese, dal lungolago alle frazioni. In via Arnold a Feriolo numerosi garage sono allagati.

Il Comune, con l’assessore al Bilancio Emanuele Vitale, annuncia di voler chiedere aiuto alla Regione per far fronte ai lavori di ripristino. Il sindaco Alessandro Monti ha firmato un’ordinanza per la bollitura dell’acqua per uso domestico.

di redazione@vconews.it
Pubblicato il 03 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore