Quantcast

Trasporti scolastici potenziati: più corse e pullman turistici coinvolti nel servizio

Da lunedì, Autolinee Varesine sarà pronta con l'orario scolastico, potenziato seguendo il protocollo sottoscritto al tavolo del Prefetto. La capienza dei mezzi sarà al 50% ma non è chiaro chi dovrà controllare il rispetto dei limiti

autolinee varesine

La Lombardia passa in zona arancione e in provincia di Varese la scuola torna in presenza. Faranno ritorno sui banchi gli alunni di tutto il ciclo delle medie (seconda e terza fino a questo momento erano in didattica a distanza) e al 50 per cento nelle superiori.

Da lunedì 25 gennaio verrà applicato il piano operativo che era stato definito in Prefettura e che vede il potenziamento del trasporto pubblico locale.

La riorganizzazione di Autolinee Varesine

Circa 1500 chilometri in più, ogni singolo giorno scolastico, su tutta la rete extraurbana: è la nuova impostazione del servizio che Autolinee Varesine – nell’ambito del Consorzio Trasporti Pubblici Insubria, di cui fa parte anche Castano – garantirà a partire da lunedì 25 gennaio.

L’organizzazione del servizio era già pronta per il 7 gennaio e la sua attivazione è stata continuamente rimandata di pari passo con le continue variazioni sui “colori” di Regione Lombardia e, conseguentemente, sull’effettiva apertura delle scuole superiori. I tavoli di lavoro, coordinati dalla Prefettura e dall’Agenzia del Trasporto Pubblico Locale hanno assicurato la presenza di risorse economiche aggiuntive per finanziare questo imponente potenziamento del servizio.

Da un punto di vista organizzativo, tutte le linee extraurbane sono state reimpostate per garantire gli ingressi ai vari plessi scolastici – dal maggior numero possibile di destinazioni – alle ore 8.00 e 9.40: le uscite, invece, sono previste alle ore 12.20, 13.10 e 14.00.

Le nuove corse sono di due tipologie diverse:
-corse “bis”, che vanno a raddoppiare (o triplicare) corse già attive, seguendone lo stesso identico percorso al medesimo orario;
corse di nuova istituzione, che vanno invece incontro ai nuovi orari adottati dalle scuole, potenziando dunque il servizio di ciascuna linea anche in fasce dove prima non erano previsti autobus.

Ricordiamo che la capienza dei mezzi di trasporto pubblico locale è stata ridotta al 50%, ma rimane aperta la questione di chi dovrà vigilare sul rispetto delle regole: Autolinee Varesine ribadisce che: «l’unica capienza di cui sono responsabili gli autisti è quella piena ed effettiva (cioè quella per cui ciascun veicolo viene autorizzato all’atto dell’immatricolazione)».

Una buona parte di queste nuove corse verranno effettuate con pullman da turismo, anche di operatori diversi da Autolinee Varesine: su questo genere di mezzi, non è in alcun modo possibile viaggiare in piedi. Tali mezzi non sono provvisti di obliteratrice, pertanto si chiede ai passeggeri di farsi convalidare il biglietto dal conducente al momento della salita a bordo.

Per tutti i dettagli delle singole linee, si consiglia di visitare il sito http://www.ctpi.it/servizi-extra- urbani/scarica-orari-in-pdf2 , dove sono stati caricati gli orari scolastici extraurbani in vigore da lunedì 25 gennaio.

Anche sui percorsi urbani della città di Varese si assiste ad un importante potenziamento. Non solo vengono rivisti gli orari delle corse dirette per i licei di Masnago, cercando di adeguarli alle nuove esigenze di ingresso e di uscita delle scuole, con l’auspicio che i ragazzi evitino di salire sempre e solo sul primo autobus a loro disposizione; anche le linee “classiche” vengono rinforzate. Ad esempio, sarà impegnato un autobus in più sulla linea H (tratta San Fermo-centro e viceversa, tra le 7 e le 9 e tra le 12 e le 14, così da migliorarne la frequenza), sulla linea N (tratta Belforte-centro e viceversa, in raddoppio alle principali corse dell’ora di punta tra le 7 e le 9 e tra le 12 e le 14) e sulla linea E, dove un ulteriore mezzo in azione tra l’Esselunga di Masnago, via Sanvito Silvestro e il centro città rafforzerà ulteriormente il servizio di una linea che, in ora di punta, ha già la frequenza “metropolitana” di una corsa ogni sette minuti.

Autolinee Varesine ricorda, infine, ai passeggeri l’assoluta necessità di attenersi alle semplici ma fondamentali regole per il contenimento della pandemia, come indossare la mascherina correttamente per tutta la durata del viaggio, non occupare i posti contrassegnati con l’apposito marker e utilizzare in modo intelligente i dispenser di soluzione igienizzante che l’azienda ha allestito di sua iniziativa a bordo dei propri bus di linea.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore