Quantcast

Dopo due anni di stop a Macugnaga torna la Fiera di San Bernardo

Dedicata all'alpinismo e alle tradizioni di montagna è una delle rassegne più attese del Verbano Cusio Ossola. Il programma dell'edizione 2022

fiera di san bernardo macugnaga 2018

“Guardando il Monte Rosa da Macugnaga, ho creduto di essere giunto dove il mondo finisce” questa l’espressione di Ludwig von Welden da cui trae ispirazione il tema della XXXIV edizione della Fiera di San Bernardo, dedicato all’Alpinismo.

Ricorrono infatti, quest’anno, ben tre anniversari legati all’alpinismo sul Monte Rosa: 1822 ascensione di Ludwig von Welden al Monte Rosa, 1872 prima ascensione alla Dufour dalla parete est da parte di una cordata britannica con le guide Giovanni Oberto e Ferdinando Imseng, 1922 prima ascensione di una donna, Beatrice Chiovenda, dal versante “himalayano” del Monte Rosa. Dopo due anni di silenzio, causati dalla tempesta della pandemia, il Comitato della Comunità Walser di Macugnaga invita gli appassionati di cultura alpina e di montagna e tutti i curiosi, al consueto appuntamento con l’artigianato alpino e Walser che si terrà a Macugnaga nei giorni 1,2,3 luglio 2022.

La Fiera di San Bernardo è organizzata con il patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia VCO, del Comune di Macugnaga, in collaborazione con la Fondazione Maria Giussani Bernasconi di Varese. La Fiera di San Bernardo (intitolata al Patrono delle Alpi e protettore delle genti di mon- tagna), ispirata all’antichissima fiera mercantile dedicata a Maria Assunta, che si teneva già dal Medio Evo presso la Chiesa Vecchia, da più di trent’anni vuole riproporre, in veste attuale, quell’antichissimo momento di incontro, sotto la parete est del Monte Rosa, tra le genti appartenenti al “popolo delle Alpi”.

La Fiera, unico evento di tal sorta nell’arco alpino, si propone di valorizzare le tradizioni e la cultura del popolo Walser e, nel contempo, di sostenere chi, anche tra i giovani, ha scelto di vivere “in” montagna e “di” montagna.

La Fiera aprirà i battenti, nel pomeriggio di venerdì 1 luglio, intorno alle ore 14.30, presso l’Ufficio di Promozione Turistica, in piazza Municipio, Staffa, con l’apertura della XX edizione dell’Estemporanea di scultura su legno di tiglio, sul tema “L’alpinismo tra ricerca, sfida e intesa: il ruolo dell’uomo nell’avvicinamento alla montagna”- a cui partecipa una selezione di scultori provenienti da Piemonte, Valle d’Aosta, Alto Adige e Svizzera, che realizzeranno le loro opere alla presenza dei visitatori, utilizzando i tronchi messi loro a disposizione.

L’inaugurazione ufficiale, alla presenza delle autorità, si svolgerà nella piazza del Mu- nicipio, sotto la Tanzlaube, alle ore 15:00 del pomeriggio di sabato 2 luglio.

La Mostra Mercato sarà aperta al pubblico, con ingresso libero, dalle ore 9:30 alle ore 22:00 di sabato 2 e dalle ore 9:00 alle ore 18:00 di domenica 3 e vedrà l’esposizione di prodotti dell’artigianato walser e alpino, rigorosamente selezionati: sculture in legno e pietra, ceramiche, tessuti e ricami, cesti intrecciati, ferri battuti, attrezzi da lavoro. Molti gli eventi culturali collaterali alla Fiera.

Da venerdì 1 luglio, dalle 15:30, si potrà visitare, allestita presso la Kongresshaus di Staffa, la mostra di fotografie di Carlo Meazza, intitolata “Montagne in bianco e nero”. La mostra sarà aperta anche sabato 2 e domenica 3 dalle 10:00 alle 12.30 e dalle 15:30 alle 18:00.

Il pomeriggio di sabato 2 alle ore 16:30 presso la Kongresshaus di Staffa si terrà la Tavola Rotonda sul tema “L’alpinismo tra ricerca, sfida e intesa: il ruolo dell’uomo nell’avvicinamento alla montagna” con interventi di Andrea Bocchiola e Enrico Rizzi.

Alle 16:30 appuntamento dedicato ai bambini, al Dorf di Staffa, con il laboratorio di panificazione con la farina di segale e letture di fiabe Walser all’ombra del Vecchio Tiglio.

La sera di sabato 2, alle ore 20:30, presso la Kongresshaus di Staffa, proiezione del film “Fratelli si diventa”, storia dell’amicizia tra Walter Bonatti e Reinhold Messner. Saranno presenti gli autori, il giornalista Sandro Filippini e il regista Fredo Valla.

Al termine della serata verrà conferita l’Insegna di San Bernardo, prestigioso riconoscimento che ogni anno viene assegnato a chi si è particolarmente distinto per la propria 3 attività in favore della montagna, alla Fondazione Barry di Martigny (CH) per l’allevamento dei cani San Bernardo. Saranno presenti uno o due esemplari di cane San Bernardo.

Seguirà il conferimento del premio Segale d’Oro a Martina Lenzi, a dimostrazione di stima e incoraggiamento per quei giovani che hanno deciso di fare della montagna una delle loro ragioni di vita.

Domenica 3, alle ore 10:00, presso la Chiesa Parrocchiale, il Vescovo di Novara, S.R.E. Mons. Franco Giulio Brambilla, celebrerà la Messa solenne con l’accompagna- mento musicale del Coro Monte Rosa; a seguire, solenne processione, con la statua lignea di San Bernardo sino alla Chiesa Vecchia, presso il Dorf, dove si terranno la distribuzione del pane di segale, la tradizionale benedizione degli attrezzi di montagna e l’incanto delle offerte.

Infine, alle ore 15:30 di domenica 3 luglio sotto la Tanzlaube, in piazza Municipio, Staffa, si terranno la premiazione del Concorso di scultura su legno, la premiazione della bancarella più bella e suggestiva e la consegna del pane dell’amicizia ai gruppi Walser e alle autorità. La manifestazione sarà conclusa col saluto del Sindaco di Macugnaga, Alessandro Bonacci.

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 08 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore