Quantcast

Galeotto fu il viaggio. “Nelle gite organizzate l’occasione per riaprirsi agli altri”

Ritrovare il sorriso, conoscere persone nuove e creare relazioni. Per Stefania Morandi: "I viaggi organizzati sono diventati un'occasione incredibile per recuperare la socialità perduta"

amicizia, donne, divertimento, pixabay

La pandemia ha cambiato anche il nostro modo di viaggiare. Non solo per la scelta delle destinazioni, che sono diventate più di prossimità o di “fiducia” ma anche per la tipologia di vacanza scelta. Tra i segmenti del settore turistico più colpiti dalla crisi legata alle restrizioni e ai lockdown c’è senza dubbio quello dei viaggi organizzati. Secondo i dati diffusi durante il Ttg di Rimini, una delle manifestazioni di riferimento del settore, quest’ultimo avrebbe perso oltre 60 per cento delle vendite rispetto ai livelli del 2019, il periodo pre-covid.

Eppure qualcosa sta cominciando a muoversi anche in questo comparto. Da un lato la diffusione delle vaccinazioni e la situazione sanitaria hanno reso possibile tornare a viaggiare con altre persone, dall’altro la ripresa di alcune grandi manifestazioni è stata l’occasione per tornare ad promuovere gite e weekend di gruppo. Come la riapertura dei mercatini di Natale, una delle proposte più apprezzate del settore.

«Non si tratta soltanto di “spostarsi” senza dover organizzare un viaggio – precisa Stefania Morandi di Morandi Tour – ma proprio di riscoprire il piacere di viaggiare insieme ad altre persone. La pandemia ha rotto molte dinamiche sociali, sono tante le persone rimaste sole o che si sono progressivamente isolate. Facendo il nostro lavoro ci rendiamo conto ogni giorno di quanto occasioni come una piccola vacanza o anche solo una gita in giornata, siano il momento per riprendere quella socialità persa o rimasta in sospeso».

D’altronde il viaggio è un’esperienza e, come ricorda una celebre citazione, è il percorso che conta e non la destinazione. Condividere il tempo liberato, il sentimento di attesa, lo stupore e la bellezza che alcuni luoghi regalano permette di creare quelle condizioni per allacciare relazioni con persone nuove, che difficilmente avremmo incontrato in altri contesti: «Una volta andavano di moda le crociere dei single: ecco, nulla di tutto questo – chiarisce Morandi -. Ho visto nascere nuove amicizie, rapporti che poi si sono mantenuti anche al ritorno a casa e ancora più prezioso ed emozionante, recuperare la gioia di vivere anche in persone che durante la pandemia hanno dovuto fare i conti con grandi dolori. Ci sono clienti giovanissimi che scelgono di viaggiare con noi per divertirsi con altre persone e poi anche molti viaggiatori che non hanno più voglia di farsi carico dell’organizzazione di una vacanza e vogliono affidarsi alla professionalità di chi fa questo lavoro da anni».

Infine la meta. «Quando siamo sul posto cerchiamo di appoggiarci sempre a guide qualificate che non siano i tradizionali “ciceroni” ma che siano dei veri e propri narratori del territorio. Questo contribuisce molto alla buona riuscita di un’esperienza come può essere quella alla ricerca delle atmosfere natalizie. Le guide più brave sono quelle che raccontano le bellezze del territorio in cui vivono perché lo amano, quelli che portano la storia ma anche le specialità, i sapori, gli aneddoti, la vita di quei luoghi. Anche grazie a questo si creano relazioni vere. Abbiamo bisogno di riaprici all’altro e niente, come un viaggio, dà la possibilità di farlo».

(foto Pixabay)

di mariacarla.cebrelli@varesenews.it
Pubblicato il 27 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore