Quantcast

Tornano i turisti stranieri in Valgrande. “Qui la stagione non è finita”

L'invito del gestore dell'Ostello: "Venite qui a respirare salute". A luglio e agosto le presenze hanno sfiorato i livelli del 2019

val grande ostello

Una stagione turistica iniziata con tutte le incognite legate alla pandemia ma anche alle norme per contrastarla che, per chi lavora nel settore dell’accoglienza, hanno rappresentato un ulteriore elemento di incertezza. Eppure nel rispetto delle norme anche tra le montagne della Val Grande, una delle destinazioni dei dintorni più frequentate anche dai varesotti, i turisti quest’estate non sono mancati.

Galleria fotografica

Una gita in Val Grande 4 di 25

All’Ostello di Cicogna, il cuore del Parco Nazionale, dopo una partenza in punta di piedi i visitatori sono tornati.

Il gestore, Andrea Avogadro, promotore di diverse iniziative tra le quali anche l’idea, durante il periodo più difficile del lockdown, di ospitare nella struttura i lavoratori in smartworking che avessero bisogno di una “base” tra i monti, dove coniugare gli impegni lavorativi all’energia e alla bellezza del paesaggio di montagna.

«Quest’estate abbiamo visto tornare i turisti tedeschi – spiega il gestore -. Sono arrivati in buon numero da metà giugno e continuano a venire. Sono più tranquilli sul virus, rispetto a noi italiani. Grazie a loro abbiamo chiuso luglio e agosto quasi al livello del 2019». Per quanto riguarda i turisti italiani la tipologia di vacanza in questi luoghi è diversa: «Si tratta soprattutto di una presenza che si concentra il venerdì e sabato notte, giorni in cui ci servirebbe un altro ostello».

Tornano i turisti, l’estate della “riscossa” del Lago Maggiore

Non è stata soltanto la bellezza di questi luoghi a richiamare i turisti: in Val Grande sono riprese quest’anno anche molte iniziative in presenza. Innanzi tutto il festival itinerante Val Grande BellezzaFest, che ha animato il territorio per tutto il mese di luglio con spettacoli e artisti di strada a Cossogno e Cicogna.

Una stagione di appuntamenti che non si è conclusa e proseguirà anche dopo l’inizio delle scuole. Il 4 settembre è in programma l’iniziativa “A volo d’aquila sulla linea Cadorna”e fino a novembre sono inoltre in programma gli appuntamenti e le escursioni di “Sfumature di parco”.

La Val Grande è uno dei parchi naturali più selvaggi e spettacolari del nostro paese. Un luogo dove la natura è protagonista ed elemento ideale per rigenerarsi (non a caso è stata location di diversi documentari tra cui anche “A riveder le stelle” docufilm con la partecipazione del medico Franco Berrino). «La presenza dei turisti italiani è spesso condizionata dalle previsioni meteo e dalle notizie sul virus – conclude Avogadro -. Per quanto ci riguarda, invito tutti a venire qui per respirare salute, e pensare un po’ meno a pass o notizie di questo genere».

Più di 60 donazioni per tenere vivo l’ostello della Val Grande

La Valgrande, terra di “Serpenti e uomini”

di mariacarla.cebrelli@varesenews.it
Pubblicato il 02 Settembre 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Una gita in Val Grande 4 di 25

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore