Quantcast

Il centrosinistra candida Federica Gasbarro di Fridays for Future

Cambio "in corsa" nel Collegio Camera Busto Arsizio: la coalizione sarà rappresentata da una 27enne esponente del movimento di Greta Thunberg e sostenuta da Impegno Civico. "Segnale di attenzione ai temi ambientali e della transizione ecologica". Confermati gli altri nomi Pd

Federica Gasbarro

Nuovo cambio “in corsa” nelle liste del Pd in provincia di Varese: all’uninominale alla Camera per il Basso Varesotto (collegio di Busto) sarà candidata Federica Gasbarro, biologa, esponente del movimento Fridays for Future.

La giovane attivista contro i cambiamenti climatici è nelle file di Impegno Civico, la formazione di Luigi Di Maio, ma nel collegio uninominale rappresenta tutta la coalizione di centrosinistra a guida Pd.
Un’operazione comunque “benedetta” da Enrico Letta: «Il segretario si era preso impegno per candidare esponenti del movimento Fridays for Future» spiega Alessandro Alfieri, senatore uscente del Pd. «Un segnale sul tema della transizione ecologica e della lotta ai cambiamenti climatici».

La notizia non è solo l’apertura a Friday for Future.
Perché questo cambio “in corsa” è il secondo, per il posto di candidato al collegio uninominale di Busto: Federica Gasbarro prende il posto della dem varesina Noemi Cauzzo, che già aveva sostituito Erica D’Adda, ex senatrice Pd bustocca.
Cauzzo non scompare comunque dalle liste elettorali: è infatti candidata al terzo posto nel listino proporzionale, per questo le è stato chiesto di fare un passo indietro a Busto per lasciare spazio a Federica Gasbarro.

Gasbarro è biologa, abruzzese di origine ma da lungo tempo trapiantata a Roma: nel 2019 è stata l’unica italiana al Youth Summit, il vertice sul clima giovanile che si è tenuto a New York, all’Onu. Con una certa esagerazione, di lei hanno parlato come della “Greta Thumberg italiana”, negli ultimi due anni ha avuto una bella visibilità, soprattutto a Roma ma anche sui media nazionali. Già a inizio agosto si era vociferato di una sua candidatura per Impegno Civico, nel tentativo della formazione di Luigi Di Maio di definire meglio la propria identità.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Federica Gasbarro (@federica_gasbarro)

La conferma delle liste Pd

Il cambio sull’uninominale a Busto è stato deciso domenica sera, alla vigilia della presentazione delle liste.
Per il resto confermati gli altri nomi schierati dal Pd: il consigliere comunale varesino Matteo Capriolo è il candidato all’uninominale Camera Varese, il socialista Orlando Rinaldi al collegio provinciale per il Senato.

Per vedere i nomi di chi – più realisticamente – verrà eletto bisogna invece guardare ai listino del proporzionale-plurinominale.
Il più alto in lista (e quindi con più possibilità di essere eletto) alla Camera è il brianzolo Roberto Rampi, ricollocato a Varese. Seguono Debora Pacchioni, Valerio Langé
 e – appunto – Noemi Cauzzo.

Pole position al Senato per Alessandro Alfieri, senatore Pd uscente. Nella lista (che comprende le province di Varese, Monza e Brianza, Como, Lecco e Sondrio) seguono Roberta Songini, consigliera a Sondrio, Marco Rimoldi e Rosanna Leotta

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 22 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore