Quantcast

“Vivere la maternità”: quattro incontri aperti a tutti in municipio a Cittiglio

L'iniziativa del CAV Medio Verbano propone un ciclo di appuntamenti al sabato mattina alle 10: si comincia il 1° ottobre con "L'attesa e la nascita: alcune indicazioni pratiche"

Neonato nascita

Quattro incontri per “Vivere la maternità”: questo è il titolo del ciclo di appuntamenti a ingresso libero organizzati nel salone consiliare del municipio di Cittiglio dal CAV, il Centro Aiuto alla Vita del Medio Verbano in collaborazione con la Fondazione Comunitaria del Varesotto e con il patrocinio dello stesso Comune di Cittiglio.

Si comincia sabato 1° ottobre alle ore 10 (orario fisso anche per gli appuntamenti successivi): il primo tema trattato è “L’attesa e la nascita – Alcune indicazioni pratiche”. Le relatrici saranno una ostetrica, la dottoressa Cristina Bretagna, e una infermiera, Lucia Fontana.

Nell’incontro di sabato 15 si parlerà invece del “Rapporto tra mamma e bambino” con la psicologa Sabrina Priulla. Sabato 29 invece sarà centrale il tema dell’allattamento al seno con la pediatra Donata Magnoni. Infine, sabato 12 novembre il focus si sposterà su “La fertilità nel periodo post parto” con il ginecologo Francesco Pagano.

Il ciclo di incontri fa parte del “Progetto non sei sola” fortemente voluto dal CAV del Medio Verbano, una Odv che ha sede a Laveno Mombello e Luino e che è presente sul territorio da quasi quarant’anno con la sua attività di supporto a giovani coppie o mamme sole in difficoltà. Gli appuntamenti di Cittiglio sono collocati all’interno di un progetto più ampio cui aderiscono anche i CAV di Varese, Malnate e Tradate.

Gli incontri, guidati da professionisti esperti nel proprio campo, servono a dare indicazioni pratiche per vivere la gravidanza e il parto in modo sereno, di educare al rapporto col proprio figlio fin da quando lo si porta in grembo, a spiegare l’importanza dell’allattamento al seno e ad affrontare il tema delicato e controverso della fertilità dopo il parto.
Gli appuntamenti sono aperti a tutti, non solo alle mamme: nel solco della parità potrebbero intervenire anche i papà, così come le nonne che spesso sono di grande sostegno alle nuove famiglie. Senza dimenticare chi non è ancora mamma, ma ha questa prospettiva per il suo futuro.

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 30 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore