Quantcast

“Sentieri e pensieri” torna a Santa Maria Maggiore: ecco il programma

Un calendario ricco con tanti ospiti prestigiosi per l'edizione 2020 del festival letterario in programma dal 19 al 26 agosto

sentieri e pensieri santa maria maggiore

A Santa Maria Maggiore da mercoledì 19 a martedì 25 agosto torna “Sentieri e pensieri”, la rassegna letteraria diretta da Bruno Gambarotta e organizzata dal Comune di Santa Maria Maggiore. Diverse le novità, anche in chiave Covidless, per il festival che dal 2013 porta nel piccolo borgo Bandiera arancione del Touring importanti nomi del panorama culturale e non solo. Tra le più importanti, il cambio di sede principale, che si sposterà al parco di villa Antonia, luogo ideale per poter garantire il giusto distanziamento e il rispetto delle principali norme di sicurezza.

Proprio al parco di villa Antonia si terranno tutti gli appuntamenti del Festival, tranne gli incontri-concerto del 19 e 24 agosto, che saranno al teatro comunale. In caso di maltempo anche altri eventi in programma al villa Antonia potrebbero spostarsi al teatro. Tutti gli eventi del festival sono gratuiti, ma resta comunque consigliata la prenotazione.

Molti, anche in questa edizione, i protagonisti che accompagneranno il ricco calendario di “Sentieri e pensieri”, evento nato otto anni fa sotto l’egida del Salone internazionale del libro di Torino ed oggi organizzato dal Comune di Santa Maria Maggiore con il sostegno e patrocinio di Regione Piemonte e Consiglio regionale del Piemonte, con il prezioso contributo della Fondazione comunitaria del VCO, la collaborazione, tra i molti, del Parco nazionale della Val Grande e della Fondazione Circolo dei lettori e per il terzo anno consecutivo parte di Borgate dal vivo.

«Anche un pensiero percorso mille volte – commenta Bruno Gambarotta, direttore artistico del festival – è fonte di sorprese ad ogni svolta perché è una creatura vivente. Il nostro intento sta nel presentare autori e opere che non siano prevedibili e troppo veloci autostrade ma sentieri da esplorare senza fretta. Il commento più gratificante al termine di un evento da parte di uno spettatore è “credevo di conoscerlo e ho scoperto un aspetto della sua creatività che ignoravo e non avrei mai immaginato”».

«Sono particolarmente felice di poter salutare l’ottava edizione del nostro festival letterario: questo appuntamento – conferma il Sindaco di Santa Maria Maggiore, Claudio Cottini – è certamente un fiore all’occhiello della nostra proposta culturale e riuscire a garantire la sua organizzazione anche in un’estate così difficile e complicata è davvero motivo d’orgoglio».

Sentieri e Pensieri quest’anno sarà anche trasmesso integralmente in streaming sulla pagina Facebook di Santa Maria Maggiore turismo a questo link. Inoltre, sul sito del Festival (link) è possibile trovare un modulo da compilare per prenotare il proprio posto sia per il teatro, in caso di maltempo, sia per la platea nel parco di Villa Antonia. La prenotazione non è obbligatoria, ma fortemente consigliata.

Il programma di “Sentieri e pensieri” 2020

 

Mercoledì 19 agosto una ricca giornata d’anteprima prevede tre appuntamenti speciali. Alle ore 11 nel Parco di Villa Antonia, l’hobbista della carta Raimondo Caliari torna a Sentieri e Pensieri con un incontro dal titolo “Tesori nascosti”, un viaggio alla scoperta del ricco patrimonio librario sparso un po’ ovunque sul territorio italiano, presso piccole biblioteche civiche, conventi, monasteri, abbazie, seminari…
Alle ore 18 il Teatro Comunale ospiterà invece un recital della pianista Natalia Ratti dal titolo “Walter Bonatti: parole in concerto”. “Pianista di professione e montanara per passione”, Natalia Ratti propone un reading musicale, una lettura-concerto che racconta le tappe più importanti di Bonatti alpinista: dagli inizi in val Seriana e Grignetta, alla conquista del K2, alla tragedia del Pilone Centrale, al Cervino come ultima tappa del suo alpinismo estremo. Ma anche le sue riflessioni sulla montagna, sull’avventura e sulla solitudine. I suoi racconti e le sue emozionanti parole, piene di poesia alpinistica, sono enfatizzate e amplificate nella loro carica emotiva dalla musica al pianoforte dei brani di Chopin, Rachmaninov e altri autori classici appositamente rivisti, destrutturati e ricostruiti intorno al racconto bonattiano.
Alle ore 21 la giornata di anteprima si chiude con un incontro a cura del Parco Nazionale della Val Grande dal titolo “Storie fantastiche di biodiversità”. Protagonista sarà Emanuele Biggi, fotografo, naturalista e conduttore della nota trasmissione di Rai Tre, GEO. Durante la serata verrà presentato in anteprima il volume “Atlante degli uccelli nidificanti nel Parco Nazionale della Val Grande” a cura di Fabio Casale e Cristina Movalli, frutto di anni di rilievi, ricerche e studi che hanno permesso di costruire un quadro completo ed aggiornato del ricco patrimonio ornitologico della Val Grande. Emanuele Biggi guiderà il pubblico in un viaggio nella natura, nella biodiversità dei parchi, con suggestioni e immagini spettacolari, per conoscere e apprezzare la meraviglia naturale dell’Italia, aiutando il pubblico a guardare con occhi diversi, più consapevoli, il patrimonio ambientale che ci ospita.

Giovedì 20 agosto, inaugurazione: l’inaugurazione del festival si terrà giovedì 20 agosto con uno degli ospiti più attesi di questa ottava edizione. Alle ore 18 salirà sul palco di Sentieri e Pensieri Guido Catalano con “Adesso basta poesie d’amore, e diamoci dentro” per un appuntamento co-prodotto con il festival Borgate dal vivo e con il sostegno di Ossola Outdoor Center. Il poeta e performer torinese porta a Santa Maria Maggiore un nuovo reading in solitaria che, a discapito del titolo, affronta il Tema dei Temi in questi tempi bislacchi. Un suggestivo viaggio poetico per cercare di tornare alla normalità: dai grandi cavalli di battaglia ai versi inediti prodotti sotto gli effetti psicotropi del lockdown.
Alle ore 21 il palco di Santa Maria Maggiore ospita il CT della Nazionale maschile élite di ciclismo su strada, Davide Cassani, e il giornalista e scrittore Giacomo Pellizzari. Il loro lavoro a quattro mani ha dato vita a “Il ciclista curioso” edito da Rizzoli, di cui parleranno con il giornalista sportivo de La Prealpina, Luca Spriano. La bici è uno strumento di scoperta, il libro nasce da questa suggestione, e Cassani e Pellizzari negli anni hanno girato in lungo e in largo il nostro Paese, spesso in velocità. Cosa è rimasto da queste esperienze? Il piacere di scoprire, la curiosità di andare sempre oltre, nel Paese che ha la Bellezza più sfacciata del mondo e, insieme, custodisce straordinari tesori nascosti.

Venerdì 21 agosto alle ore 18 torna protagonista la montagna con “I paesaggi delle Alpi”, libro scritto da Annibale Salsa, che lo presenterà in dialogo con Alessandro de Bertolini, ricercatore del Museo Storico del Trentino. Salsa, già presidente generale del Club Alpino Italiano, accompagnerà il pubblico di Sentieri e Pensieri in un “Viaggio nelle terre alte tra filosofia, natura e storia”, come recita il sottotitolo del volume edito da Donzelli.
Alle ore 21 è atteso a Santa Maria Maggiore uno degli ospiti più prestigiosi del festival 2020, il Procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri. Tra i magistrati più esposti nella lotta alla ‘ndrangheta – ha indagato sulla strage di Duisburg e sulle rotte internazionali del narcotraffico – Gratteri ha scritto con Antonio Nicaso “La rete degli invisibili” (Mondadori) e lo presenterà a Sentieri e Pensieri in dialogo con il Referente di Libera del Verbano-Cusio-Ossola, Lorenzo Bologna.

Sabato 22 agosto alle ore 10.30 il primo appuntamento KIDS del festival, con l’atteso ritorno dell’autore per bimbi e ragazzi, Roberto Morgese. Dal palco di Villa Antonia presenterà il suo ultimo libro, edito da Giunti, “Il Borrolone”. Assomiglia a un maialino, ma ha grandi ali e antenne sempre attente. È tutto colorato e mangia in continuazione… tempeste e temporali, è il Borrolone, l’animale più simpatico che ci sia. Una storia che parla di paure, di animali immaginari e del potere della fantasia. Questo nuovo lavoro, per bimbi dai 6 anni in su, conferma le straordinarie doti di Roberto Morgese: nelle sue storie affronta spesso temi di riscatto o di attualità sociale e civile. E spesso, dentro ai suoi racconti, “gli ultimi” o le persone in difficoltà diventano protagonisti vincenti.
Alle ore 18 Marianna Aprile, giornalista di OGGI (spesso commentatrice all’interno della trasmissione Otto e Mezzo di Lilly Gruber) presenterà “Il grande inganno” edito da Piemme. Il libro investiga le relazioni tra le first lady italiane, invisibili o esposte ma silenti, e le donne che della politica scelgono di fare la propria missione. Eliminando la patina di glamour da copertina delle prime e guardando alle battaglie delle seconde si scopre il rapporto tra loro ed anche il rapporto problematico che la politica ha con le donne in Italia. Un libro attualissimo, di cui l’autrice parlerà con il giornalista e scrittore Andrea Dallapina.

Domenica 23 agosto alle ore 16 un appuntamento speciale KIDS in streaming con il Parco della Fantasia Gianni Rodari, che anticipa l’imperdibile evento serale con Ascanio Celestini. In occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari, Sentieri e Pensieri ospita il laboratorio “GiocaRodari”. Date le restrizioni per le attività laboratoriali “dal vivo”, il Festival ha deciso di ospitare questo laboratorio sulla pagina Facebook www.facebook.com/santamariamaggioreturismo dalle ore 16. Tutti potranno giocare, virtualmente, con gli animatori del Parco della Fantasia di Omegna (VB), che stimoleranno la fantasia di grandi e piccini, per inventare storie con lettere e pensieri, lungo i sentieri della creatività.
Alle ore 18 Santa Maria Maggiore vuole ricordare la figura di Elda Cerchiari Necchi, storica dell’arte profondamente legata al capoluogo della Valle Vigezzo, scomparsa il 25 giugno del 2019. È in programma dunque un incontro a più voci con la presentazione del volume “Elda Mia. Ritratto corale di Elda Cerchiari Necchi”. Saliranno sul palco di Sentieri e Pensieri il figlio di Elda Cerchiari Necchi, Luca Cerchiari, gli storici dell’arte Stefano Zuffi, Maria Antonietta “Anty” Pansera e Maria Teresa Chirico, insieme all’editore Emanuele Tosi (Nomos Edizioni).
Alle ore 21 spazio alla fantasia con l’attesissimo reading di Ascanio Celestini. L’apprezzato attore, regista e scrittore – uno dei rappresentanti più noti del teatro di narrazione in Italia – leggerà alcuni brani tratti da “La freccia azzurra” di Gianni Rodari, in un evento KIDS realizzato in collaborazione con Emons Audiolibri. Una befana quasi baronessa e un po’ avara quella che ci presenta Gianni Rodari: risparmia sul rum, le piace nella camomilla e fa i conti scrupolosamente verificando entrate e uscite sul suo registro. Colpa della crisi. A renderla più simpatica c’è la voce di Ascanio Celestini che, per la prima volta, ispirato dall’audiolibro realizzato per Emons, svelerà il suo personalissimo Rodari al pubblico di Sentieri e Pensieri, in occasione del centenario della nascita del grande narratore per ragazzi, nato ad Omegna, sul Lago d’Orta, nel 1920.

Lunedì 24 agosto alle ore 18 Sentieri e Pensieri ospita il professore di filosofia più amato d’Italia. Matteo Saudino presenterà – in un dialogo con la giornalista Danila Tassinari – il suo ultimo libro “La filosofia non è una barba” edito da Vallardi. Matteo Saudino – in arte BarbaSophia – ha messo in questo libro la sua straordinaria capacità di far appassionare alla filosofia, per riscoprire la vita e il pensiero di quindici tra i più illustri filosofi di tutti i tempi partendo dal modo in cui sono morti. Con oltre 110.000 iscritti al suo canale Youtube, il professore torinese è certamente un influencer, anzi, i migliaia di studenti che lo seguono lo hanno definito «meglio di Netflix».
Alle ore 21 Sentieri e Pensieri si trasferisce al Teatro Comunale per ospitare una serata speciale: Alberto Sinigaglia, giornalista de La Stampa, tra i fondatori del settimanale Tuttolibri, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte, presenterà in un dialogo con il Direttore Artistico del festival, Bruno Gambarotta, il suo ultimo libro fffortissimo (in finale al premio Estense, che sarà assegnato il 26 settembre), dedicato alle vite dei più grandi compositori, direttori d’orchestra, solisti, registi, scenografi e artisti della musica popolare italiana. Interrogati in profondità da Sinigaglia, rivelano atmosfere, cultura, idee d’una stagione tra le più intense e innovative nella storia della musica. Ad impreziosire il dialogo tra Gambarotta e l’autore, ci sarà la maestria del giovanissimo Guido Coppin al pianoforte, forte di esibizioni prestigiose a livello internazionale ed uno degli allievi più talentuosi dell’Accademia Perosi di Biella, che è anche editrice di fffortissimo.

Martedì 25 agosto: la ricchissima giornata finale di Sentieri e Pensieri, martedì 25 agosto, si apre alle ore 16.30 con un gradito ritorno per l’ultimo appuntamento della serie KIDS per i più piccoli: il giornalista sportivo di SKY Sport Marco Cattaneo presenterà insieme a Renato Balducci il suo nuovo libro “Sfidare il cielo – Le 24 partite che hanno fatto la storia” (Rizzoli). La storia del calcio e dell’Europa dal 1870 a oggi, attraverso ventiquattro partite indimenticabili raccontate dalla penna coinvolgente di Marco Cattaneo, per un imperdibile libro per tutta la famiglia, perfetto per bimbi e ragazzi dagli 11 anni d’età.
Alle ore 18 lo scrittore Benito Mazzi, con all’attivo più di 80 pubblicazioni, molte delle quali dedicate alla sua terra natia, la Valle Vigezzo, sale sul palco di Sentieri e Pensieri per presentare – in compagnia di Bruno Gambarotta – il suo libro “Le donne il vino il colore il canto” edito da Casagrande. Della pittura vigezzina si sa molto, anche se non tutto; in particolare del grande maestro Enrico Cavalli e dei suoi allievi Fornara, Ciolina, Rastellini, Peretti, Giorgis, Borgnis. Quella che non si conosceva appieno era la vita travagliata di questi artisti, intrisa di genio e spensieratezza, ma anche di difficoltà, di stravaganze e dolori di ogni genere. Benito Mazzi racconta l’aspetto umano di questi personaggi, raccogliendone dopo lunga ricerca virtù e debolezze.
Alle ore 21 l’appuntamento finale di Sentieri e Pensieri porterà il pubblico ad affrontare temi di stretta attualità. La giornalista e divulgatrice scientifica Eliana Liotta (autrice insieme al Prof. Massimo Clementi, direttore del laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano) presenterà “La rivolta della natura” (La Nave di Teseo). C’è un nesso tra la diffusione di patologie infettive e i cambiamenti climatici, la deforestazione, l’inquinamento? Il libro abbraccia per la prima volta in un unico sguardo la visione infinitesima dei microscopi e il grande respiro della Terra. A dialogare con l’autrice sarà la giornalista Arianna Parsi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore