Le sarte aronesi al lavoro per cucire mascherine in tessuto

La solidarietà passa anche dal sapere artigiano. Alcune volontarie stanno realizzando nuove mascherine per dare una protezione minima in attesa di reperire quelle certificate

mascherine arona sarte

In questo momento di emergenza sanitaria risulta difficilissimo l’approvvigionamento di dispositivi di protezione individuale. Le mascherine sono ormai al termine o addirittura introvabili in quasi tutto il territorio italiano. Il comune di Arona ha deciso di affrontare questa problematica mettendo in campo tutte le sue risorse.

Numerose sarte della città infatti stanno donando la loro professionalità per la creazione di nuove mascherine che verranno distribuite al personale dei supermercati, degli uffici postali, delle banche, ai vigili urbani, vigili del fuoco, guardia di finanza, RSA, ai comuni, al personale delle aziende del territorio e a tutte quelle persone che si trovano in prima linea per l’emergenza.

Un’importante produzione che oggi riesce ad aiutare ben 38 comuni nel territorio del Novarese e Vco grazie ad una realizzazione giornaliera di circa 500 pezzi. Fondamentale la collaborazione di Fabrizio Fumagalli, grande imprenditore della MYXLIP, che ha donato i tessuti, della Manifattura di Domodossola Spa che ha generosamente offerto gli elastici e di Confezioni De Giuli di Cavallaro Rita e C. per la realizzazione.

«Un grazie alle trenta sarte e alla ditta di confezione di Dormelletto che stanno producendo per il Centro Operativo Comunale di Arona. – racconta a il sindaco di Arona Alberto Gusmeroli – Le mascherine saranno distribuite a tutti gli operatori in prima linea del territorio novarese e Vco che ne faranno richiesta.Un grazie all’Assessore Chiara Autunno che organizza, insieme ai volontari del COC, il taglio e la consegna del tessuto. Ma soprattutto un grazie alle sarte e a tutti quelli che si stanno prodigando in un servizio davvero utile. Siamo partiti in sordina, ma ora la cosa sta assumendo quantità importanti».

«Una iniziativa accolta con piacere dalle nostre sarte che stanno svolgendo uno splendido e importante lavoro anche con tessuti domestici come tovaglie – conferma l’assessore Chiara Autunno -. Riusciremo a produrre queste mascherine casalinghe, ma necessarie per una minima protezione, fino a quando non saranno reperibili quelle certificate

Tutti i professionisti o le aziende che necessitano di questo importante ausilio possono farne richiesta al COC di Arona chiamando il numero 3315359209 o scrivendo via mail a cocarona@libero.it

di
Pubblicato il 21 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore