Quantcast

Occhio allo sciopero di treni, metro e bus a Milano e Lombardia

E anche altrove, a dire il vero, visto che venerdì c'è uno sciopero nazionale e alcuni scioperi più specifici in vari ambiti del trasporto. Le limitazioni iniziano già giovedì sera

Trenord foto Thomas Radice

La giornata di venerdì rischia di essere complicata, a causa dello sciopero generale previsto dai sindacati di base ma anche di alcune vertenze più specifiche per settore o per azienda. Occhio allo sciopero di treni, metrò e bus, a partire da Milano e dalla Lombardia ma non solo.

Lo sciopero in Trenord

Per quanto riguarda Trenord ad esempio lo sciopero inizia dalle ore 21 del 1° dicembre (giovedì) e termina alle 21 del 2.
Giovedì 1° dicembre – spiega la nota di Trenord – arriveranno a termine corsa i treni con orario di partenza
antecedente le ore 21 e orario di arrivo previsto entro le ore 22. Nella giornata di venerdì 2 dicembre invece saranno attive le fasce orarie di garanzia (06/09 e 18/21) durante le quali viaggeranno non tutti i treni, ma solo quelli che si trovano nella lista dei “Servizi minimi in caso di sciopero” consultabile sul sito trenord.it.
Slle linee del gestore dell’infrastruttura “FerrovieNord SpA” (le linee che passano da Saronno, compresa quella per Malpensa) i treni potranno subire ripercussioni fino alla fine del servizio del giorno 2 dicembre, anche oltre le 21

Per il solo servizio aeroportuale Malpensa Express, in caso di non effettuazione dei treni, saranno previsti autobus sostitutivi “no-stop” da Milano Cadorna: gli autobus partiranno da via Paleocapa 1. Garantiti con autobus anche i servizi tra Stabio e Malpensa.
Maggiori dettagli saranno disponibili sul sito www.trenord.it.

Sciopero 2 dicembre in Atm Milano

Le metropolitane sono garantite per tutta la giornata. Potrebbero esserci conseguenze sul servizio dopo le 18. Bus, tram e filobus potrebbero non essere garantiti dalle 8:45 alle 15 e dopo le 18.

Sciopero a Malpensa e Linate

Nella stessa giornata del 2 dicembre ci sono anche scioperi di diversa natura, legati a settore specifico, a Malpensa e Linate e in tutti gli altri aeroporti italiani.
Il sindacato autonomo Flai promuove uno sciopero dei lavoratori dell’handling, i servizi di terra, per l’intera giornata.
Nella sola Milano Linate invece Cgil, Cisl e Uil hanno dichiarato uno sciopero del personale handling di Swissport, l’operatore scelto da Ita Airways a Linate.

Sciopero autobus extraurbani

Lo sciopero riguarda anche le linee di trasporto pubblico su gomma extraurbano, se ci sono iscritti delle diverse organizzazioni promotrici. Ad esempio riguarda la Stie che fa servizio nel Saronnese e nell’Alto Milanese, toccando Busto (anche urbano), Gallarate e Legnano.

Chi organizza lo sciopero trasporti del 2 dicembre e perché

La protesta è stata dichiarata dai sindacati AL COBAS, CUB trasporti e USB&nbsp, a livello nazionale e per settori pubblici e privati. È stato indetto per “rinnovo dei contratti ed aumento salari; introduzione salario minimo (12 € /ora); riduzione orario lavoro a parità salario; blocco spese militari ed investimenti per scuola, sanità pubblica, trasporti, salario garantito a disoccupati; piano edilizia residenziale pubblica; introduzione omicidio sul lavoro; contro riforma scuola; difesa diritto sciopero; tutela salute donne e contro discriminazioni; contro: privatizzazioni, l’autonomia differenziata tra regioni, l’economia di guerra”.

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 28 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore