”Tutelare l’orso ma anche chi subisce danni”

La polizia provinciale chiede l'intervento della Regione Piemonte

Il corpo di polizia provinciale ha scritto alla Regione Piemonte per sollecitare delle misure di risarcimento per i danni causati dalla presenza dell’orso in Ossola.

La decisione serve a tutelare chi ha subito danni, come ad esempio gli apicoltori le cui arnie sono state distrutte dall’orso.

La lettera della polizia provinciale, datata 8 maggio, fa riferimento proprio ai danni causati sulle alture di Villadossola, danni che, grazie alla impronte e alle foto trappole posate, sono riconducibili ad un orso che si presume possa essere M29, esemplare di 7-8 anni già avvistato a Crevoladossola il 28 giugno 2019.

Alla Regione viene chiesto quali misure adotterà per prevenire e rimborsare i danni eventuali arrecati dall’animale, ma soprattutto anche cosa si intende predisporre a livello di informazione per proteggere l’animale ma anche chi frequenta la montagna.

di
Pubblicato il 09 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore