Quantcast

Miti e leggende della pillola blu: ne parla l’andrologo Danilo Centrella

Il medico chirurgo, direttore della struttura complessa di urologia del Verbano Cusio Ossola parla dei problemi di erezione, un sintomo che potrebbe indicare anche una patologia

pillole della salute di centrella

La pillola di salute di oggi ha il colore blu. Con il dottor Danilo Centrella, medico chirurgo specialista in urologia e andrologia e direttore della struttura complessa di urologia del Verbano Cusio Ossola affrontiamo il tema dei medicinali che facilitano l’erezione.

Mito e leggende della pillolina blu e di tutti i derivati della pillolina.
Molti pazienti vengono in ambulatorio e mi dicono: “dottore, non sono più come una volta”. E in realtà, non sono rari i casi. Sappiamo, dalla statistica, che più o meno il 17% delle persone in Italia soffre di deficit dell’erezione. Quindi dai 3 ai 5 milioni di persone ne soffrono, una persona su 5. Ma il deficit dell’erezione non è una malattia.
In realtà, ma può essere sintomo di altre malattie, come ad esempio patologie di tipo vascolari, diabete, ipertensione, ipertrigliceridemia che determinano un’alterazione del meccanismo dell’erezione.

Noi sappiamo che il pene è un organo vascolare, per cui deve arrivare il sangue per permettere un’erezione. Ci devono essere stimoli psicologici, tattili, organici che permettono erezione. Da qua, il mito, la leggenda e la realtà di tutti i farmaci che aiutano ad attivare il meccanismo dell’erezione per dare soddisfazione alla coppia.

Noi sappiamo che già gli antichi greci e le popolazioni africane, milioni di anni fa, utilizzavano dei farmaci, degli afrodisiaci. Gli antichi greci, ad esempio utilizzavano una radice della yohimbinia. La bollivano e davano uno stimolo noradrenergico che è uno stimolo di tipo nervoso, che dava un aumento della tonicità, quindianche una spinta dal punto di vista dell’erezione.

Facevano proprio queste feste a base di yohimbinia, farmaco che ancora adesso è utilizzato. Si pensa sia un afrodisiaco di origine naturale con una bassa potenzialità, ma che comunque può servire.

E da qui si è passati al viagra. I primi studi sono stati fatti da Pfizer, questa nota società farmaceutica che faceva i primi studi in realtà per l’ipertensione polmonare in quei  soggetti che avevano l’angina. Nel ’98, le infermiere hanno visto, però, che  questi soggetti erano estremamente imbarazzati per un meccanismo dell’erezione involontaria. Quindi, hanno cambiato, come molto spesso succede a livello farmacologico con altri farmaci e con altre indicazioni, con cui era difficile l’erezione perché sono tutti inibitori delle fosfodiesterasi, cioè aiutano a rilasciare una sostanza, che si chiama ossido nitrico, che determina un miorilassamento delle fibrocellule muscolari che permettono un miglioramento delle potenzialità erettile. Quindi, non sono degli afrodisiaci, migliorano solo il meccanismo dell’erezione. Sono tantissimi i farmaci, legati al principio farmaceutico del Viagra come per esempio il Sildenafil, ma c’è anche il Cialis che è il Tadalafil, Levitra che il Verdenafil, lo Spidra che è il Lavanafil che fanno tutti parte di questo meccanismo.

Importante: tanta gente soffre di deficit dell’erezione, ma questo è un sintomo. Quindi è importante andare dal medico per fare una valutazione perché può essere il primo sintomo di un meccanismo che può essere alterato, quindi può essere il primo sintomo di qualcosa che non va nel nostro organismo. Molto spesso il soggetto va dal medico di base, dall’urologo per dire “io ho questa malattia”, ma è soltanto un segno del nostro corpo di un trattamento che deve essere fatto. Ad esempio la correzione del diabete, dell’ipertensione dell’ipercolesterolemia, dello stile di vita.

La seconda cosa su cui porre particolare attenzione è l’esplosione di farmaci contraffatti su internet, tanta richiesta tanta tanta tanta domanda, ovviamente state attenti a utilizzare farmaci congrui alla vostra o vostre malattie, ai vostri disturbi, andate sempre dal medico di base. Non fidatevi degli stregoni che trovate su internet

Chi volesse maggiori informazioni può visitare il sito del dottor dottor Danilo Centrella, medico chirurgo, specializzato in urologia e andrologia e direttore della struttura complessa di urologia del Verbano Cusio Ossola www.danilocetrella.it.

Per ascoltare le altre Pillole di Salute clicca qui

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 27 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore