La Regione non autorizza il COVID a Premosello

Doccia fredda per il sindaco Monti, da Torino l'assessorato alla Sanità boccia i lavori per i 20 posti letto

La Regione boccia la realizzazione del reparto Covid a Premosello. La doccia fredda è arrivata attraverso una lettera indirizzata al Direttore Generale dell’Asl e al sindaco Giuseppe Monti. Nella missiva, firmata dal Direttore Generale dell’assessorato alla Sanità Fabio Aimar, si legge che: “La DGR 14-1150 del 20 marzo 2020 prevede che le Asl possano reperire posti letto dedicato a pazienti Covid positivi con bisogni sanitari compatibili con l’assistenza in Rsa esclusivamente in Residenze Sanitarie Assistenziali autorizzate”.

“Poiché a quanto consta alla Direzione scrivente, il nucleo da 20 posti letto richiesto dall’amministrazione comunale di Premosello non è stato né autorizzato alla realizzazione né, tanto meno, autorizzato all’esercizio, la proposta, seppur encomiabile, del sindaco di Premosello non rientra nell’ambito di applicazione della richiamata deliberazione regionale”

di redazione@vconews.it
Pubblicato il 03 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore