Quantcast

Alla scoperta di Verbania e dintorni

Generica 2020

Parchi e giardini rigogliosi, ma anche ville e palazzi contraddistinti da un’innata eleganza, e di grande rilievo storico-artistico. Verbania ha molto da offrire ai turisti che, specialmente nei mesi più caldi, non disdegnano soggiornare lungo il suo affascinante territorio. Conosciuta con il nome di “Giardino del Lago Maggiore”, ben si adatta a chiunque desideri trascorrere attimi di pace in prossimità delle rive di un lago famoso anche negli States. Non stupisce che questo Comune appaia, spesso e volentieri, tra le scelte vacanziere dell’élite culturale, e non solo, del Vecchio Continente.

Le ville più rinomate del Verbano: Villa Taranto e molto altro

È Villa Taranto, con i suoi suggestivi giardini botanici, a meritare attenzione da parte di chi raggiunge Verbania per una giornata di relax. Situata tra Intra e Pallanza, si erge sul promontorio della Castagnola. Entrare negli spazi verdi dell’edificio significa poter ammirare un elaborato giardino all’inglese, realizzato nel 1931 su precisa volontà di Neil McEacharn, celebre capitano scozzese. Se Villa Taranto oggi rappresenta la sede della prefettura del Verbano-Cusio-Ossola, il giardino è aperto alle visite. Al suo interno, a circa 1.000 piante ornamentali, si affianca un patrimonio botanico davvero imponente: sono più di 20.000, infatti, le specie e varietà vegetali proposte. A poca distanza dalla villa, ospitato nel medesimo colle, si fa apprezzare il meraviglioso stile barocco lombardo di Villa San Remigio. Pur di dimensioni contenute, il giardino a terrazze di cui dispone è davvero incantevole. Si distingue per la suddivisione in stanze, tipica dell’epoca. Sempre meraviglioso sarà organizzare una passeggiata tra giardini all’inglese, all’italiana e medievali, ulteriormente arricchiti da un frutteto e un bosco. Ad ognuno, inoltre, è stato associato un particolare tema (la Letizia, la Mestizia, le Memorie, etc.). Altre ville ed edifici del Verbano da non perdere sono:

  • Villa Giulia, il parco pubblico cittadino
  • Palazzo di Città, sede del Comune
  • Villa Maioni, sede della biblioteca Comunale
  • Palazzo Viani-Dugnani, sede del famoso Museo del Paesaggio

Dall’Oratorio di San Remigio all’abitato di Pallanza

Raggiunta Verbania in treno o a bordo di un autobus, non si può rinunciare a una visita al Monumento Nazionale: è questo il titolo assegnato all’Oratorio romanico di San Remigio, reso ancora più prezioso dal suo “hortus conclusus”. Immersa in un paesaggio da cartolina che vede come protagonista il lago Maggiore, la chiesa è stata eretta tra XI e XII secolo, conservando tutt’oggi diverse tracce degli affreschi originari. È l’abitato di Pallanza, invece, a presentare la Chiesa di Madonna di Campagna, risalente al XVI secolo. Il campanile è più antico, in quanto appartenente al precedente luogo di culto romanico su cui è stata edificata la chiesa attuale. Altrettanto meritevoli sono la Chiesa parrocchiale di Santo Stefano, la Chiesa Collegiata di San Leonardo e la Chiesa Evangelica Metodista di Istria.

Oltre Verbania

Verbania rappresenta anche la meta perfetta per scoprire dei deliziosi piccoli borghi. Seguendo la costa orientale del Lago Maggiore si incontreranno due borghi medievali stupendi come Cannobio e Cannero Riviera. Il secondo, in particolare, si caratterizza per il porticciolo scavato nella roccia, oltre che per il parco degli Agrumi.

Alla ricerca di località storiche? In cima alla lista si pone Laveno, famosa per l’unicità del panorama (splendido soprattutto se ammirato da monte Sasso del Ferro) e per la produzione di porcellane artistiche, e Stresa, da cui partono i tour principali verso tre isole: Madre, Bella e Isola dei Pescatori.

di divisionebusiness@varesenews.it
Pubblicato il 12 Febbraio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore