Quantcast

La diretta della 16esima tappa di “VA in giro”: da Somma Lombardo a Varese in bici

Ultima tappa in bicicletta: 30 km fra il Parco Lombardo della Valle del Ticino e il Parco RTO - Rile Tenore Olona per i nostri Marco Corso ed Elena Maj

Generica 2020

Ultime pedalate per il nostro VA in giro: da Somma Lombardo si seguirà la parte “alta” del Sentiero Strona, uno dei percorsi più amati in questa parte del Parco del Ticino. Passando da chiese romaniche, fitti boschi e aree umide, si raggiunge la valle del torrente Arno e da qui si prosegue sul “Collegamento Ticino-Seprio” tracciato dal Parco RTO. Superata la zona più urbanizzata, boschi e campi conducono fino al castrum di Castelseprio, i ruderi della città distrutta nel 1287, con tracce della cultura longobarda (per questo, oggi, è parte del sito UNESCO dedicato).

La diretta

Ore 13:00 – Indicazioni tecniche: camionicino della frutta

Il primo tratto urbano del nostro percorso inizia con una piacevole ciclabile che però -purtroppo- finisce direttamente sulla provinciale. Bisogna fare una rotonda e poi -come indicato dal nostro Roberto Morandi– “al camion della frutta si riprende il sentiero”. Anche la segnaletica in questo punto dovrebbe essere rinfrescata un po’.

 

Ore 12:00 Cappuccino o spritz? 

Qui la scelta è filosofica e attiene proprio al modo in cui si affronta la vita. La tradizione della colazione pre-tappa va rispettata, anche se è mezzogiorno. Indovinate chi ha optato per lo spritz e chi per le brioches. Come si dice “manco a dirlo…”.

Ore 11:45 – Fuori Arsago 

Uscendo dal territorio di Arsago si trovano le tracce di una struttura insolita: qui c’era il “Fast cross”, una pista di motocross che è stata sede di gare anche internazionali. Le tribune, il palco dei commentatori, la linea di partenza ricordano un passato di gloria, anche se ora è tutto deserto, salvo qualche ragazzino che si intrufola ogni tanto in bici o in motorino (ora un imprenditore vorrebbe rilanciarlo come pista).

Ore 11:00 – Lungo lo Strona

Il primo tratto del Sentiero Strona attraversa dei rigogliosi boschi con uno sterrato che gli esperti ciclisti della tappa di oggi definiscono “molto bello”. Il sentiero è anche tracciato molto bene, con cartelli anche “artigianali”.Pit stop da non perdere è quello dell’Oratorio dei S.S Cosma e Damiano. La chiesa di Santi Cosma e Damiano si trova nel cuore del vasto bosco di prima collina tra Arsago, Mornago e Vergiate.

Ore 9:30 – Il saluto del sindaco Stefano Bellaria

Live dal Municipio di Somma Lombardo i nostri ciclisti ricevono l’augurio di buona tappa dal primo cittadino.

E poi in sella non senza il momento del timbro ufficiale alla nostra credenziale, il passaporto che testimonia il viaggio di 600 km nel Varesotto

Ore 9:00 – Marco Corso tuttofare

Non accontentandosi di essere videomaker, giornalista, trekker, tuffatore lacustre e “ammiraglia” al seguito dei ciclisti, il nostro Marco Corso oggi si sfila gli occhiali e monta in sella. Riuscirà a tenere il passo della scalatrice Elena Maj? Dai che oggi è tutta in pianura, più o meno. “Solo” 30 km e 300 metri di dislivello li attendono.

I protagonisti

Elena Maj, fa parte di VareseNews da tanti anni e cura la parte amministrativa.

Roberto Bertoni, studente e appassionato di ciclismo (e figlio della nostra Elena Maj)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore