Quantcast

Volontari in Veddasca: bagnati ma felici

Si conclude venerdì 4 luglio il primo dei tre campi di volontariato di Legambiente, Il primo, riservato ai minorenni, è stato segnato dalla pioggia che non ha influito sullo spirito del gruppo


Anche quest’anno, Legambiente ha organizzato i tre campi estivi di volontariato ambientale nella nostra provincia. L’iniziativa, chiamata Volontariambiente, è cominciata con il campo per under 18 italiani in Val Veddasca. Siamo andati a parlare con i ragazzi coinvolti, che si erano radunati a Luino per la promozione dell’altra campagna legambiente “La goletta del lago” . 

Sotto la pioggia battente, abbiamo fatto qualche domanda ai ragazzi per capire quali sono state le attività che maggiormente li hanno coinvolti. I partecipanti vengono da diverse parti del Nord Italia, solo una presenza dal Sud e un ragazzo proveniente dal territorio.

«Quindi, vi è piaciuto il nostro tempo?», è la domanda iniziale, che causa una risata generale. In effetti, la pioggia che in quel momento stava bagnando i ragazzi muniti di impermeabili e ombrello, ha impedito ai ragazzi di portare a termine alcune delle attività. I volontari si sono comunque divertiti tutti assieme: «Per colpa del tempo siamo dovuti stare tre interi giorni in casa, abbiamo giocato a risiko, lupus in fabula, calcetto e ping pong, che sono stati un po’ la nostra salvezza in questi momenti di pioggia!».

Ma il campo non gli ha fatto mancare varie attività di promozione dell’ambiente e dell’ecologia attraverso il lavoro: «Quando il tempo lo permette, c’è sempre qualcosa da fare – dice uno dei ragazzi – abbiamo fatto diverse passeggiate, in Val Veddasca e verso la Forcora», aggiunge Matisse, un altro partecipante proveniente dalla zona.

Tra le attività che hanno preferito, oltre alla pulizia dei sentieri della valle e la pulizia di grate per lo scolo dell’acqua, molto popolare è stato tagliare la legna. «Sì, è molto soddisfacente!» rassicura Daniele. «Alloggiamo in un ostello di un’associazione di montanari, che abbiamo messo a posto e per cui abbiamo tagliato la legna di scorta per l’inverno», continuano. 

«L’associazione si chiama ‘I ribelli della montagna’» precisa Valentina Minazzi, responsabile del settore volontariato e accompagnatrice dei ragazzi. « Nopi e "I ribelli della Montagna" condividiamo i principi della valorizzazione dell’ambiente e della Val Veddasca. Avendo finalità simili, viene da sé aiutarsi gli uni con gli altri».

I campi ecologici torneranno dal 12 al 27 luglio, questa volta sul fiume Lanza e la linea Cadorna per ragazzi di diverse nazionalità, e per i maggiorenni, sempre internazionali, dal 2 al 16 agosto, nel parco Campo dei fiori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 Luglio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore