Quantcast

Leggendario Filippo Ganna: oro e record ai Mondiali nell’inseguimento su pista

Il corridore di Verbania trionfa nella finale tutta italiana contro l'amico Jonathan Milan: a sei giorni dal record dell'ora infrange un altro primato

filippo ganna ineos grenadiers (foto: team ineos)

A meno di una settimana dal record dell’ora conquistato nel velodromo svizzero di Grenchen, sabato scorso, Filippo Ganna si è confermato re del ciclismo su pista vincendo anche la medaglia d’oro ai Mondiali che si stanno disputando a Parigi.

Il fenomeno nato a Verbania e residente a Vignone, a pochi passi dal Lago Maggiore, ha conquistato la maglia iridata nell’inseguimento individuale facendo anche segnare il record del mondo della specialità tagliando il traguardo in 3’59″636. (foto di repertorio / Ineos Grenadiers)

Ganna ha trionfato in una finale tutta italiana: l’argento è andato infatti all’altro azzurro – e compagni di Pippo nel quartetto – Jonathan Milan che ha cercato di contrastare il piemontese il più a lungo possibile. Milan è anche rimasto in testa fino a poco oltre metà gara ma poi Ganna ha innestato marce irraggiungibili per chiunque, spingendo più in là il primato di tutti i tempi.

Quella di Parigi è la quinta maglia iridata individuale su pista per il corridore della Ineos-Grenadiers che ha in bacheca anche due titoli mondiali nella cronometro su strada. E il già citato record dell’ora per una carriera che, a soli 26 anni, è già leggendaria.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 14 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore