Quantcast

Storie, personaggi, monumenti, natura: Mangia Bevi e Bici 2016 regala tantissimo

Domenica 11 settembre, la LibEreria e la Bottega del Romeo rinnovano una tradizione arrivata alla sesta edizione

mangia bevi e bici

Mangia Bevi e Bici 2016: partecipi a una pedalata cicloturistica, ma vivi un’esperienza unica, incontrando persone speciali e conoscendo storie davvero straordinarie. Dalla famiglia Monteggia, che riscopre un’antica tradizione angerese, quella della pesca, alla ex manager, a Deborah Armiento, che ha scelto di cambiare vita e aprire un’azienda che fa agricoltura sinergica, da Franco Berrini, che, da pensionato, si è regalato un’azienda vitivinicola, Cascina Piano, fino ai produttori storici della grappa di Angera, la famiglia Rossi, senza dimenticare gli allevatori che, spinti dalla passione per un lavoro sempre più difficile, diventano produttori e commercianti dei frutti del loro lavoro, soprattutto formaggi e farine di altissima qualità.

Domenica 11 settembre, la LibEreria e la Bottega del Romeo rinnovano una tradizione ormai, con la sesta edizione di Mangia, Bevi e Bici: partenza e arrivo da Ispra, attraverso tre percorsi di differente lunghezza e difficoltà, ma tutti con itinerari dentro a storie, paesaggi e monumenti straordinari. Sul Lago Maggiore, in un’area del Varesotto che prova a scommettere sul turismo e sul proprio territorio davvero ricco di risorse, quasi tutte da far conoscere. Mangia Bevi e Bici 2016 propone, per esempio, un incontro con l’arte contemporanea abbinata alla riscoperta dei cibi genuini. Ispra, Angera, Taino, Comabbio, Osmate, Ternate, Varano Borghi, Mercallo, Vergiate, Sesto Calende, Ranco: tra laghi e natura, queste saranno le località attraversate dai percorsi, anche quest’anno con piccoli gruppi, comitive, famiglie, gente sorridente, che pedala in tutta serenità. Felice. Mangia, Bevi e Bici è solo all’apparenza una pedalata enogastronomica, nella realtà è molto di più: un’esperienza unica, ma anche un serio progetto di valorizzazione del territorio.

Quale percorso scegliere? Per tutti, ci saranno almeno sette ore per portare a termine l’itinerario. IL percorso da circa 45 chilometri è ricco di saliscendi, ma le salite non devono far paura a nessun cicloturista che, alla peggio, non si vergogna certo di scendere e proseguire a piedi per qualche metro. Mangia, Bevi e Bici non è una gara e vuole dimostrare che chiunque, in sella a pedalare, può vivere una splendida esperienza, non una tortura.

Il consiglio, però, è di iscriversi al più presto, perché l’organizzazione prevede un numero chiuso di partecipanti, per meglio tutelare la sicurezza e la qualità del servizio. In caso di maltempo, qualora non fosse possibile pedalare in condizioni accettabili, l’organizzazione provvederà a rimborsare la quota di partecipazioni di chi si è già iscritto. Meglio, però, non aspettare e prenotarsi: tel. 0332/780285, 348/8516760,info@bottegadelromeo.com.

La quota di iscrizione è di 28 euro per gli adulti e 15 per i ragazzi al di sotto dei 15 anni. L’iscrizione dà diritto ai ticket degustazione, agli ingressi e alle visite culturali esclusive e, a fine percorso, a simpatici omaggi. I soci della Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta) e del Touring Club Italiano potranno godere di una riduzione di 4 euro sulla quota di adesione.

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 01 Settembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore