Quantcast

Attilio Fontana tra i tesori artistici di Casalzuigno e Arcumeggia

Il piccolo borgo è stato visitato ieri dal governatore lombardo. Il ringraziamento di Flavio Moneta della Sangalleria

flavio moneta attilio fontana

«La bellezza è patrimonio dell‘Umanità, la cultura è apolitica e trasversale. Ieri, venerdì, il Governatore di Regione Lombardia, Attilio Fontana è arrivato nel borgo affrescato di Arcumeggia, frazione di Casalzuigno, per visitarlo insieme a sindaci e autorità della zona» – così il curatore della Sangalleria, Flavio Moneta, ha salutato l’arrivo della massima carica regionale nel piccolo borgo della Valcuvia.

Dopo aver salutato i presenti, tra i quali il presidente di Comunità Montana Simone Castoldi, il sindaco del comune di Casalzuigno Danilo De Rocchi è passato alla visita, accompagnato da volontari di Pro Loco Arcumeggia. Toccato e affascinato dai numerosi affreschi presenti sui vetusti muri di case, edifici che parlano di sudore, sacrifici e duro lavoro testimonianze che tracciano un percorso sincronico della storia dell’emigrazione del Novecento Italiano.

flavio moneta attilio fontana

«Scorreva il 1956, un tocco “divino” come un impercettibile vento accarezzava gli amministratori della “Res pubblica” di allora, più precisamente Mario Beretta, allora presidente dell’ EPT (Ente per il Turismo Varese) ed il suo stretto collaboratore Manlio Raffo, fautori di un progetto culturale allora considerato quasi utopico ed irrealizzabile: “Un borgo affrescato dai più noti pittori del 900’ Italiano”, così fu. Rendere un borgo montano misconosciuto e abbandonato dai suoi abitanti piegati quasi totalmente dalla crisi economica che imperversava allora» – ricorda Moneta.

Sono trascorsi sessantacinque anni da allora e Arcumeggia, primo borgo affrescato d’Italia, è ancora oggi importante realtà culturale e artistica, fervida testimonianza di un presente di valenza storico e artistica imprescindibile culturalmente.

La salvaguardia di tali testimonianze artistiche e culturali è un imperativo imprescindibile, spetta alle istituzioni in collaborazione con associazione e privati, supportare il rilancio di tale patrimonio artistico. Il Fai è presente con quel gioiello incastonato in una collana di verde che è Villa Dalla Porta Bozzolo di Casalzuigno, splendidamente gestita dal dr.Magnifico e dai suoi stretti collaboratori.

Conclude Flavio Moneta che cura il piccolo museo presente nel paese: «Nel suo piccolo Sangalleria è presente ad Arcumeggia con il Museo della fotografia e con la sede espositiva. Uniti possiamo salvaguardare un patrimonio inestimabile».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore