Quantcast

Il giorno del ricordo della tragedia del Mottarone. “Sia fatta giustizia”

Un anno fa, il 23 maggio 2021, l'incidente della funivia in cui persero la vita quattordici persone. La comunità si stringe attorno ai famigliari

Alba dal Mottarone

È il giorno della memoria delle vittime della tragedia del Mottarone. Esattamente un anno fa, 23 maggio 2021, poco dopo mezzogiorno si verificò l’incidente della funivia in cui persero la vita quattordici persone. Una cabina staccatasi dalla fune precipitò a terra in una delle aree più alte dell’impianto. Soltanto un bambino riuscì a sopravvivere al violento impatto.

Con una messa alla chiesa sulla vetta della montagna, questa mattina alle 11, si è tenuta la celebrazione in ricordo del triste anniversario. La comunità si stringe così attorno ai famigliari delle vittime in un momento di grande dolore e commozione. In rappresentanza delle istituzioni il sindaco di Stresa, Marcella Severino e il sindaco di Baveno, Alessandro Monti. Alla commemorazione ha partecipato anche il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio. 

Le autorità intervenute hanno chiesto unanimi che si continui a far luce per accertare le responsabilità di quanto accaduto.

«Un anno fa la tragedia della funivia Stresa-Alpino-Mottarone, nel Verbano, provocò la morte di 14 persone – ricordano oggi i vigili del fuoco -. Nei momenti subito successivi al drammatico incidente 30 vigili del fuoco accorsero, fin quasi sulla vetta, per le delicate operazioni di ricerca e soccorso delle persone che si trovavano all’interno della cabina. Per quasi un mese dall’11 ottobre all’8 novembre 2021, giorno in cui la cabina venne rimossa con l’elicottero Erickson S-64, il personale del Corpo nazionale lavorò senza sosta, ogni giorno con squadre di 15 operatori, sul Mottarone nelle delicate operazioni di immobilizzazione, utilizzando strutture metalliche realizzate sul posto, e sezionamento di tutte le componenti della cabina, anche per esigenze della Magistratura. Oggi il pensiero dei Vigili del fuoco va al piccolo Eithan, unico sopravvissuto della tragedia, e alle 14 vittime».


La cerimonia ha previsto anche un momento in forma privata con le famiglie delle vittime. Nel corso della giornata è stata inaugurata una lapide, memoriale della tragedia.

Una messa per le vittime del Mottarone. La sindaca di Stresa: “Non dimenticherò mai quello che ho visto”

Il Mottarone torna a vivere. La montagna ferita sogna la rinascita

 

di mariacarla.cebrelli@varesenews.it
Pubblicato il 23 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore