Quantcast

Slitta di un mese il passaggio delle strade che diventeranno competenza di Anas

Lincio-Porini: “Ben venga la verifica ispettiva purché sia propedeutica ad una soluzione definitiva di assunzione di competenze, in particolare a seguito degli eventi alluvionali del 2/3 ottobre scorso”

“A seguito di incontri e videconferenze con Regione, Anas, Ministero Infrastrutture e Trasporti e Coordinamento delle Province Piemontesi, ci è stato comunicato che contrariamente a quanto era stato programmato per il completamento dell’iter di passaggio ad Anas di alcune strade, (ovvero SP 229 del Lago d’Orta tratto dal Comune di Omegna a Gravellona Toce, il raccordo 33/34 da Feriolo alla rotonda di Fondotoce, la SP di Valle Cannobina da Cannobio a Malesco e la SP della Valle Anzasca da Piedimulera a Macugnaga) l’Anas ha unilateralmente richiesto di completare in tutte le province la documentazione esistente con un verbale specifico di attività ispettiva su ponti e viadotti affidando un incarico a tecnici specializzati, allo scopo di verificare lo stato attuale di conservazione e di sicurezza dei manufatti”. Lo scrivono il presidente della Provincia Arturo Lincio e il consigliere delegato a viabilità e trasporti Rino Porini.

Che proseguono: “Detta procedura di verifica comporterà uno posticipo al mese di maggio dell’anno 2021 della presa in carico delle strade da parte di Anas. Pertanto per tutta la stagione invernale la gestione e manutenzione resterà in carico alla Provincia.

Ci si augura che questo sia l’ultimo slittamento del perfezionamento della procedura di passaggio delle strade in questione. Ci sono infatti lavori che interessano in modo particolare (quali la SS. 229, la Galleria di Omegna e il viadotto Gabbio) e che per le note problematiche che da tanto tempo si trascinano devono essere finanziati e programmati per una soluzione definitiva.

Ben venga la verifica ispettiva purché sia propedeutica ad una soluzione definitiva di assunzione di competenze, in particolare a seguito degli eventi alluvionali del 2/3 ottobre scorso.

Nel frattempo si informa che in questi giorni sono in fase di ultimazione i lavori sulla strada della Valle Anzasca ‘variante di Meggiana’ ed entro breve saranno eseguiti anche le operazioni di collaudo che consentiranno di poter riaprire la viabilità. Sempre in settimana, sulla stessa strada, in Comune di Calasca Castiglione, sono iniziati i lavori di variante del Rio Sponda che permetteranno un ulteriore miglioramento del transito”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore