Quantcast

“Dauma”, il cortometraggio tratto dai gialli di Alessandro Chiello

Presentata l'anteprima del film. Gli autori cercano finanziamenti per realizzare la pellicola

Dopo il successo editoriale, si anima anche su pellicola la vita del Commissario di Polizia Eugenio Cecchi in arte Gegè. Chi è? È il protagonista del primo di una serie di gialli firmati dal domese Alessandro Chiello. Libri tutti ambientati nella cornice del Sacro Monte Calvario di Domodossola. Con una novità però. Dauma, questo il titolo del film, è collocato al tempo del Coronavirus e dunque, propone il tema della solitudine vissuta nelle case italiane la scorsa primavera. Il teaser (un’anteprima di quello che sarà il film) è stato presentato ieri pomeriggio nella Cappella Mellerio.

Si tratta di una sorta di trailer. Nel rispetto delle norme Covid, i dettagli del progetto sono stati illustrati agli amministratori della città domese e a potenziali finanziatori. La pellicola – ancora ai nastri di partenza – per andare avanti ha infatti bisogno di sostegno economico. Gli apprezzamenti al lavoro firmato da Marzio Bartolucci, Alessandro Chiello e Alberto Lepri non sono mancati. Pieno Appoggio è arrivato dal consigliere del Cda della Fondazione Ruminelli, Antonio Pagani e dalla consulente finanziaria Silvia Pirinoli. Anche Ars Uni Vco ha espresso sostegno. Il sindaco domese, Lucio Pizzi ma mostrato interessamento. Si stima serviranno circa 13mila euro per completare il lavoro. Parte sarà chiesta attraverso il portale Crowdfunding come finanziamento collettivo.

L’idea del cortometraggio, è nata dalle chiacchiere di tre amici, all’epoca del lockdown. Un progetto che oltre a dare vita al libro dello scrittore ossolano ha l’ambizione di promuovere l’immagine di Domodossola e del suo Sacro Monte. Una scommessa per i tre ideatori: Bartolucci del corto è anche regista, Chiello lo scrittore appunto e Alberto Lepri curatore della fotografia. Il video andato in scena martedì pomeriggio anticipa la vita del Commissario di Polizia (interpretato da Fabrizio Rizzolo, attore professionista) sbarcato in Ossola da Milano e che incontrerà lungo il suo soggiorno domese la giovane Dauma. Personaggio femminile interpretato da Sabrina Borsotti.

Ultima annotazione al progetto collabora anche il musicista ossolano Roberto Olzer.

di info@ossolanews.it
Pubblicato il 15 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore