Quantcast

Verbania, i versi di Rodari sulle panchine donate alla pediatria

Sono il regalo del Rotary club Pallanza Stresa. Sulla targa del donatore incisi i versi di Gianni Rodari

Due panchine rosse in sala d’attesa nell’ambulatorio di Pediatria e Neuropsichiatria all’ospedale Castelli. Sono il regalo del Rotary club Pallanza Stresa che, sulla targa indicante il donatore, ha voluto incidere questi versi di Gianni Rodari “Se io avessi una botteguccia di una sola stanza/Vorrei vendere sai cosa? La speranza”.

“Il colore rosso -ha commentato ricevendo il dono stamattina il primario, dottor Andrea Guala– è il simbolo della violenza che, spesso, subiscono anche i bambini. Sia direttamente che indirettamente, quando assistono alle percosse subite dalle madri. Queste panchine sono anche un messaggio a chi si rivolge a noi per aiuto. Indicano l’avvio di un percorso di protezione, non solo di cura”. “Con questa donazione – ha detto la dottoressa Nicoletta Carboni, presidente del club – si chiude il mio mandato”.

A rappresentare il Rotary c’erano anche il presidente in pectore, Angelo Ruffoni, che verrà eletto alla prossima assemblea e il governatore di zona del club, dottor Marco Ronco. A ringraziare a nome dell’Asl, con Guala, c’era anche il direttore generale, Angelo Penna.

di redazione@vconews.it
Pubblicato il 17 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore