Quantcast

Circuito Claps e Comune di Luino riaprono il Sociale: al via la nuova stazione teatrale

Da novembre 2022 ad aprile 2023 un programma ricco di eventi che vedrà sul palco del teatro lacustre grandi nomi dello spettacolo dal vivo italiano e internazionale

teatro sociale luino

L’autunno appena iniziato porta con sé grandi novità. Tra quelle più attese, grazie alla rinnovata collaborazione tra Circuito CLAPS e il Comune di Luino,  la riapertura del Teatro Sociale di Luino.

È tutto pronto per tornare in sala e assistere a spettacoli interdisciplinari, nei quali la prosa si fonderà con la musica dal vivo, i dialoghi con il teatro fisico e la clownerie con riferimenti ai grandi classici della letteratura.  Il tutto unito da un unico elemento: l’elevata qualità della proposta artistica. Performance comiche affiancheranno profonde riflessioni sulle difficoltà comunicative del giorno d’oggi, così come le note del pianoforte omaggeranno grandi figure della storia della musica italiana.

A calcare le scene del Sociale nelle prossime settimane, di fronte al pubblico di abbonati e spettatori, ancora una volta sono alcuni grandi nomi del teatro italiano e internazionale. Sul palco si alterneranno alcuni artisti d’eccezione, con ben sette titoli di successo, sempre a partire dalle ore 21:00.

L’apertura di stagione – in programma per il 18 novembre – è affidata a Barbara De Rossi ed Enzo Decaro, impegnati a dare voce ai personaggi del finalista al Premio Pulitzer 1990 Love letters – Lettere d’amore, una “delicata e spiritosa partitura per anime sole”. Un racconto epistolare che narra una vita di carteggi e racconta un mondo che cambia molto velocemente.

A proposito di solitudine e marginalità, la grande Ivana Monti il 17 dicembre ci mostrerà il ritratto di un’anziana signora nella Milano della periferia, costretta a lasciare casa sua, mentre racconta una vita intera vissuta in una casa e in un quartiere, ora intrisi di ricordi e dolci nostalgie. Un monologo – Una vita che sto qui – presentato da un’artista dotata di una carica attoriale potentissima.

Con l’inizio dell’anno, il 14 gennaio, una svolta comica. A Luino arriva uno dei più grandi clown al mondo, David Larible, con il suo one-man show: Il clown dei clown. Strizzando l’occhio alla musica (suonata dal vivo), alla danza classica e all’opera lirica (con gag irriverenti) e alla Commedia dell’Arte – tutti fiori all’occhiello dell’arte italiana – l’artista mostrerà come un impacciato uomo delle pulizie del teatro riesca nel suo intento di diventare clown, con una strepitosa valanga di divertimento.

A quasi un mese di distanza – l’11 febbraio – sul palco arriva “A casa allo zoo”, un’opera composta di due atti unici messi in dialogo dall’autore e drammaturgo Edward Albee a distanza di quasi cinquant’anni uno dall’altro. Pugnalate squisitamente verbali e in qualche modo anche fisiche: il testo ritrae un’umanità sola, isolata, ormai disabituata a comunicare in un mondo materialistico fatto d’ingiustizie e disparità sociali, raccontato con amara ironia e maestria dialettica.

Una svolta leggera arriva con l’inizio della primavera, grazie a due appuntamenti.

Il 18 marzo “Ciao Nanni” di Francesco Pellicini, autore e attore dei Legnanesi, un omaggio al noto chansonnier e fondatore de I Gufi, Nanni Svampa.  Un percorso con musica dal vivo, composto da canzoni tratte dal repertorio di Georges Brassens, canzoni della “mala milanese”, della tradizione popolare lombarda sino al mitico cabaret de I Gufi (Svampa, Brivio, Magni, Patruno), oltre a ricordi personali di Pellicini con il suo “padre artistico” Svampa.

Il 25 marzo “In Pigiama per sei”: per il più classico dei triangoli (lui, lei, l’altra) e il più esilarante mezzo comico (l’equivoco) un cast esplosivo giungerà nella cittadina lacustre. Attori del calibro di Laura Curino, Antonio Cornacchione, Rita Pelusio e Max Pisu, accompagnati da Roberta Petrozzi e Rufin Doh, daranno vita a uno spettacolo lieve, veloce e divertente che non rinuncia a fare uno spaccato impietoso della vacuità dei rapporti personali.

In chiusura di stagione, il 15 aprile, il grande schermo si discosta dalla televisione e approda in teatro. Anna Mazzamauro dà voce ancora una volta alla signora Silvani. In Com’è ancora umano Lei, caro Fantozzi – Parole e musica per Paolo Villaggio, sulle note del musicista Sasà Calabrese, racconterà incontri, aneddoti di vita e spaccati degli anni trascorsi con il “ragionier Fantozzi”. I vent’anni trascorsi insieme come colleghi danno ogni volta modo all’attrice di omaggiare Paolo Villaggio in uno spettacolo dolce-amaro.

Oltre agli spettacoli serali, quest’anno Circuito CLAPS e il Comune di Luino danno il via a una serie di attività extra, grazie alle collaborazioni instaurate con alcune realtà del territorio. In particolare, verranno organizzati matinée per le scuole di ogni ordine e grado, così da introdurre i più giovani al mondo del teatro e portare in sala le nuove generazioni. Inoltre, il contatto con la Biblioteca Comunale di Luino, all’interno del Sistema Bibliotecario della Provincia di Varese, ha permesso di studiare ad hoc alcuni approfondimenti degli spettacoli in cartellone, attraverso gruppi di lettura, incontri con gli artisti legati alla stagione e consigli di lettura relativi alle tematiche trattate sul palcoscenico.

BIGLIETTI E ABBONAMENTI

Ingresso platea
Intero €30 – ridotto under 25 / over 65 €27

Ingresso galleria
Intero €25 – ridotto under 25 / over 65 €21

Abbonamento 7 spettacoli 
Ingresso platea €160, Ingresso galleria €135

Abbonamento 3 spettacoli – Prima parte della stagione (novembre – gennaio)
Ingresso platea €73, Ingresso galleria €60

Abbonamento 4 spettacoli  – Seconda parte della stagione (febbraio – aprile)
Ingresso platea €96, Ingresso galleria €80

Gli abbonamenti sono in vendita sul sito www.claps.lombardia.it e sul posto nelle serate di spettacolo da un’ora prima dell’inizio. Per agevolare l’acquisto cliccando qui troverete il calendario con i giorni di acquisto.

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 29 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore