Quantcast

Le basse temperature creano le scie di schiuma sul Lago Maggiore

Le scie di schiuma bianca sono state segnalate da Arona fino a Cannobio nel Verbano Cusio Ossola

La passeggiata dell'amore di Ispra sul Lago Maggiore

Sarebbe stato l’abbassamento delle temperature a creare le scie di schiuma sul Lago Maggiore. A darne notizia è il “Quotidiano Piemontese” dopo le segnalazioni ricevute da alcuni lettori del quotidiano online. Le scie di schiuma bianca sono state segnalate da Arona fino a Cannobio nel Verbano Cusio Ossola.

L’Arpa, l’Agenzia regionale per l’ambiente, del Piemonte ha fatto un’analisi di un campione delle acque rilevando la presenza di “cellule algali” ma escludono la presenza di alghe tossiche. Nonostante l’apparente rilevanza delle scie di schiuma, dovute alla presenza di fitoplancton, non ci sarebbero problemi per la balneazione.

Si è di fronte quindi a un fenomeno naturale. Le basse temperature provocano dei rimescolamenti delle acque facendo salire in superficie le alghe che si trovano in profondità che degradandosi rilasciano sostanze che portano alla formazione delle schiume. Un volta in superficie vengono trascinate dalle correnti formano delle scie.

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 21 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore