Quantcast

In Lombardia continua la diminuzione delle riserve idriche: – 8,2% in una settimana

Continua l'assenza di piogge e diminuisce ancora il totale delle riserve idriche di grandi laghi, invasi artificiali e neve

La siccità colpisce il Lago Maggiore

Continua la siccità e in Lombardia diminuisce ancora il totale delle riserve idriche di grandi laghi, invasi artificiali e Swe, ovvero la stima del contenuto idrico della neve, che cala del -8.2% rispetto alla settimana scorsa, attestandosi a livelli nettamente inferiori (-53.5%) alla media del periodo 2006-2020.

Lo comunica il servizio idrometeorologico di Arpa Lombardia, in base alle elaborazioni relative ai singoli bacini idrografici, evidenziando dati che variano da un minimo discostamento dalla media per il bacino del Sarca-Mincio (-17.6%) a un massimo per il bacino del Brembo (-74.4%).

Nel dettaglio, considerando le singole componenti della riserva idrica, i valori sono in generale prossimi a quelli minimi del periodo di riferimento 2006-2020. Fanno eccezione, in positivo, il lago di Como (+100.2%), gli invasi artificiali del bacino del Brembo (+186.2%), del Serio (+125.3%) e del Chiese (+538.0%) e la riserva contenuta nei laghi d’Idro (+172.0%) e di Garda (+63.1%).

Per quanto riguarda il totale attuale della riserva idrica del bacino del Toce-Ticino-Verbano i dati sono invariati rispetto alla settimana precedente (-2.2%) e risulta inferiore alla media del periodo 2006-2020 (-65.1%). Per quanto concerne le singole componenti, il volume invasato negli invasi artificiali è inferiore alla media del periodo 2006-2020 (-36.9%) e superiore ai valori minimi dello stesso periodo (+11.4%); il volume invasato nel lago Maggiore (nella foto) risulta inferiore alla media del periodo 2006-2020 (-53.0%) e inferiore ai valori minimi del periodo di riferimento (-10.6%); lo Swe risulta inferiore alla media (-76.6%) e inferiore ai valori minimi del periodo di riferimento (-16.9%).

Nei prossimi giorni permane un flusso nord-orientale, con precipitazioni poco probabili o occasionali. Da mercoledì 9, l’ingresso di una perturbazione atlantica aumenta la probabilità di precipitazioni, in particolare nelle giornate di giovedì 10 e venerdì 11.

Qui un approfondimento sulle singole aree

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 04 Marzo 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore