Quantcast

Gran numero di Alessandro Covi: tappa e maglia al Giro di Andalusia

Il giovane varesino della UAE Emirates si è imposto in cima alla breve e dura salita di Alcalà la Real: seconda vittoria in pochi giorni. "Felice di avere ricambiato il lavoro della squadra"

alessandro covi ciclismo

La tappa, la maglia di leader della classifica generale e quella a punti (ma pure un jamon iberico intero): è un grande slam quello centrato oggi – giovedì 17 febbraio – da Alessandro Covi al Giro dell’Andalusia-Ruta del Sol. Il 23enne di Taino ha vinto per la seconda volta in pochi giorni e lo ha fatto con un’azione meravigliosa.

Il traguardo di Alcalà La Real, nella zona di Jaen, era posizionato in cima a una salita breve ma molto dura: il talento varesino della UAE Emirates ha atteso il momento adatto per andare all’attacco quando all’arrivo mancavano poche centinaia di metri. Una tattica perfetta, perché l’ultimo tratto era in forte pendenza su strade strette e con anche un breve tratto di acciottolato: essere in testa in quel momento è risultato decisivo perché alle sue spalle un contatto ha rallentato Miguel Angel Lopez che era al suo inseguimento.

Il “Puma di Taino” non è caduto nella tentazione di voltarsi, ha continuato a spingere a tutta nei 200 metri finali, durissimi e con una curva a sinistra, arrivando da solo e avendo anche il tempo di esultare. Lopez (Astana) si è piazzato alle sue spalle a 3″, a 6″ invece Ivan Ramiro Sosa della Movistar, nella top ten anche un 0ttimo Pozzovivo (7°) appena ingaggiato dalla Wanty Gobert Intermarche. 8° l’australiano di Gazzada Schianno, Simon Clarke.

Per effetto del risultato di oggi combinato a quello di ieri (7° con un piccolo vantaggio sul gruppetto dei migliori), Alessandro Covi è anche il leader della classifica generale con 5″ sullo spagnolo Okamica (BH Burgos) e 10″ su Lopez. Il Giro di Andalusia/Ruta del Sol conta in tutto cinque frazioni e terminerà domenica.

«Quello di oggi era un finale molto duro. Nell’ultimo chilometro ho provato ad anticipare Poels, ho cercato di imporre la mia azione e sono riuscito ad arrivare al traguardo – ha detto Covi ai microfoni di Eurosport – Sono felice per me ma anche per la squadra che mi ha dato fiducia e ha fatto un ottimo lavoro nel corso della tappa: sono contento di avere ricambiato il loro impegno. Sono in un buon momento di forma ma non ancora al massimo: il mio nutrizionista dice che sono ancora un po’ grasso, però ho gambe che tengono bene. Ora ho la maglia di leader, vedremo cosa succede giorno per giorno».

Soddisfazione anche per la Eolo-Kometa, perché lo spagnolo Diego Pablo Sevilla ha ottenuto la maglia azzurra dei traguardi volanti.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 17 Febbraio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore