Quantcast

Pietre di inciampo, impressionisti, e la casa dell’omicidio nel podcast del 27 gennaio

Le principali notizie scelte per voi dalla redazione che potete ascoltare sulle piattaforme Spreaker e Spotify

Posa Pietre d’inciampo Solbiate Olona

Le principali notizie di giovedì 27 gennaio nel podcast quotidiano di VareseNews

Dissequestrata la casa dell’omicidio di Morazzone

E’ stata dissequestrata la casa dell’omicidio di capodanno di Morazzone. La procura di Varese ha chiesto e ottenuto il dissequestro della casa di via Cuffia a Morazzone dove è stato ucciso a capodanno Daniele Paitoni , 7 anni, omicidio di cui è accusato il padre Davide ora a San Vittore. I carabinieri hanno compiuto, prima di togliere i sigilli, ulteriori accertamenti su quanto fosse nell’abitazione, sono state trovate tracce di stupefacenti e sono stati acquisiti altri cellulari presenti. L’appartamento è stato riconsegnato alla disponibilità del padre dell’uomo, nel frattempo ospitato da amici.

A Solbiate Olona posate due pietre di inciampo, una memoria condivisa per la comunità

Due “pietre d’inciampo”per ricordare dove abitavano, a Solbiate Olona, due vittime del nazifascismo. Sono state posate oggi, nel Giorno della Memoria: le pietre d’inciampo sono un progetto dell’artista tedesco Gunther Deming, per rendere visibili – dentro alle città, nei luoghi di tutti i giorni – la memoria di chi fu ucciso dai nazifascisti.
Due le figure ricordate a Solbiate: Pietro Moroni, un partigiano della 102ma Brigata Garibaldi, deportato e morto a Buchenwald. Pietro Girola era invece un soldato, catturato dai tedeschi e deportato in Germania. Come migliaia di altri, rimase fedele all’Italia legittima e non giurò fedeltà al fascismo: morì nel campo di concentramento di Dachau. Molta la commozione a Solbiate, anche per la presenza di alcuni famigliari che hanno raccontato il sacrificio dei due.

La scuola Anna Frank inaugurata nel Giorno della Memoria

Per inaugurare nella sua nuova veste la scuola che porta il nome di Anna Frank è stato scelto simbolicamente il Giorno della Memoria*, giovedì 27 gennaio, con una cerimonia che ha coinvolto degli studenti nella lettura di brani sul tema della Shoah. «Una giornata simbolica per rendere omaggio alla scuola Anna Frank e celebrare il ricordo con un messaggio di rinascita per la scuola intitolata uno dei simboli della Shoah – spiega il sindaco Davide Galimberti – Trascorrere il Giorno della memoria insieme ai ragazzi significa condividere con loro i valori di solidarietà, giustizia e accoglienza di cui è intrisa la nostra Costituzione perché questi valori possano radicarsi in loro, come base della crescita e della coesione della società civile. L’intervento, con un importo complessivo di circa 800mila euro, rientra in un piano di riqualificazione degli edifici scolastici della città che nel corso degli ultimi anni ha già coinvolto quaranta strutture

Al Maga di Gallarate oltre 32mila visitatori per gli Impressionisti

Oltre 32mila visitatori Al Maga di Gallarate per vedere la mostra degli Impressionisti.
Grande soddisfazione dal museo per il riscontro di pubblico della mostra-simbolo del 2021, che è rimasta aperta dal 29 maggio 2021 al 23 gennaio 2022. L’esposizione ha presentato 180 opere dei maggiori esponenti dell’Impressionismo, da Courbet a Pissarro, da Degas a Manet, da Monet a Renoir, da Cézanne a Sisley, a molti altri ancora, provenienti da collezioni private italiane e francesi e da alcune importanti realtà museali italiane. La nuova stagione espositiva del Maga ora si si aprirà con Melancholia, la personale di Chiara Dyny

I 90 anni di Angelo Monti: da Monello a sindaco, una vera istituzione di Varese

Ha compiuto 90 anni un uomo che ha attraversato a 360 gradi la storia della città di Varese: Angelo Monti. Nato il 27 gennaio 1932, Angelo Monti è stato – ed è ancora – protagonista della vita sociale della città giardino: per molti anni presidente dei Monelli della Motta, organizzatore di diverse feste tradizionali, come quella di san Martino, anima di associazioni storiche e in particolare di “Varese per l’Italia” e anche sindaco di Varese, anche se soli 14 giorni negli anni 90. Durante la giornata Monti è stato festeggiato anche in comune e in camera di Commercio, di cui era stato anche vicesegretario generale.

Potete ascoltare il podcast sulle piattaforme Spreaker e Spotify

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore