Quantcast

A Malnate, Ispra, Gallarate e Olgiate Olona tra le eccellenze varesine che diventano storiche

VareseNews ha parlato coi titolari di alcune delle eccellenze della provincia di Varese, che sono state inserite nel registro delle attività storiche di Regione Lombardia

attività storiche varese

Il ristorante Crotto Valtellina di Malnate, il negozio alimentare Vegé nel cuore di Ispra, la pasticceria Chiara e il ristorante Ma.Ri.Na di Olgiate Olona e la bottega Introini & Pavan di Gallarate. Queste sono quattro delle eccellenze varesine che Regione Lombardia martedì 19 ottobre ha inserito nel registro delle “attività storiche e di tradizione”. Un riconoscimento significativo, assegnato a quelle realtà che, come afferma l’assessore regionale Guido Guidesi, «rappresentano un patrimonio economico e di tradizioni socioculturali molto importante».

Ristorante Crotto Valtellina di Malnate

La storia del ristorante Crotto Valtellina di Malnate pianta radici all’inizio del secolo scorso, nella vecchia cava dismessa dove fin da tempi antichissimi si estraeva l’arenaria di Malnate. Un passato legato in modo indissolubile alle persone e alla realtà del luogo, ma anche ai viaggiatori che attraversavano il confine e ai villeggianti di Milano. A guidare il Crotto Valtellina ora è Roberto Valbuzzi, chef oltre che ospite e conduttore di diversi programmi televisivi, che porta avanti l’attività avviata dalla sua famiglia tre generazioni fa.

«Questo riconoscimento – commenta Roberto Valbuzzi, chef del ristorante Crotto Valtellina di Malnate – è una grande soddisfazione per me e la nostra famiglia che portiamo avanti l’attività da tre generazioni. Il locale ha visto passare la storia di Varese fin dagli albori come trattoria, poi come “balera” e infine come ristorante: un punto di riferimento per le persone della zona, ma anche per i viaggiatori che andavano e tornavano dalla Svizzera. Ottenere questo riconoscimento è per noi ancora più importante perché stiamo attraversando un periodo di transizione, cercando di valorizzare la nostra zona attraverso la nostra offerta, con una cucina più ricercata, conservando però l’identità del locale: un punto di ritrovo dove le persone possono incontrarsi in serenità di fronte a un ottimo piatto».

Pasticceria Chiara di Olgiate Olona

Era il 1974 quando la pasticceria Chiara di Olgiate Olona ha accolto i suoi primi clienti. Il titolare Fabio Longhin, che nel 2020 la guida “Pasticceri e Pasticcerie” di Gambero Rosso ha premiato con le “due torte”, porta avanti la tradizione tracciata dai suoi genitori con lo sguardo rivolto all’innovazione e alla cura delle materie prime.

«Essere entrati a far parte delle attività storiche del nostro territorio ci riempie il cuore di gioia – racconta Longhin -. La pasticceria Chiara è nata grazie ai miei genitori, e ricevere questo riconoscimento non può che farmi subito pensare a loro. La pasticceria è stata una parte di me fin da quando sono nato e per anni ho lavorato accanto ai miei genitori. Nel 2009 ho aperto partita Iva e per poi rilevare l’attività. La nostra pasticceria si è sempre attenuta ad alcuni caposaldi, che ora stiamo riformulando in un’ottica più etica e sostenibile, a partire dal rispetto e dalla tutela di tutte le persone che operano nella filiera dolciaria, dalla produzione delle materie prime agli imballaggi».

Ristorante Ma.Ri.Na di Olgiate Olona

Riconosciuto come attività storica anche ristorante Ma.Ri.Na di Olgiate Olona. Fondato nel 1973 da Carolina e Angelo Possoni, il locale da trattoria si è trasformato in ristorante, conquistando nel ’96 la Stella Michelin. A portare avanti la tradizione sono ora la chef Rita Possoni e suo fratello Pino Possoni.

«Siamo onorati di questo riconoscimento – commenta il personale del ristorante Ma.Ri.Na -, che sancisce il duro lavoro svolto in tutti questi anni».

Bottega Introini & Pavan di Gallarate

Tra le eccellenze riconosciute da Regione Lombardia in provincia di Varese c’è anche la Introini & Pavan: la bottega artigiana di Gallarate specializzata nella realizzazione di coppe sportive e trofei. Fondata nel 1963 dall’orafo Luciano Introini, l’azienda è ora guidata da sua figlia Elena.

«Siamo felicissimi di questo risultato – commenta Elena introini -. Un bel riconoscimento che arriva dopo un periodo molto difficile per la nostra azienda, soprattutto a causa dello stop delle attività sportive dovuto alla pandemia. Un riconoscimento che arriva in un momento come questo è un segnale forte rivolto agli imprenditori, affinché ritornino in marcia con quel dinamismo e il coraggio di prendersi dei rischi che li caratterizza».

Negozio alimentare Vegé di Ispra

Nell’elenco diffuso dal Pirellone appare anche il piccolo emporio di alimentari Vegé di Ispra fondato il primo settembre 1963. «Il riconoscimento è una bellissima notizia», commentano i titolari Sara e Piero, che si preparano a festeggiare insieme a loro figlia anche un altro importante traguardo. Leggi l’articolo su VerbanoNews.

di aleguglielmi97@gmail.com
Pubblicato il 19 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore