Quantcast

Paziente in cura con il plasma al Castelli: è il primo del Vco

La terapia si basa sull'utilizzo degli anticorpi presenti nel sangue di chi ha già sconfitto il virus

All’ospedale di Verbania la prima paziente curata nel Vco con plasma ricco di anticorpi sviluppati da un malato guarito. La signora ha meno di 70 anni è certamente positiva al Covid-19 ma è anche affetta da altre patologie.

È seguita dal personale del Dipartimento di Rianimazione. La scelta di sottoporla alla terapia è da considerarsi una sfida per i medici verbanesi. Le condizioni di salute di partenza della 65enne non erano buone. La sperimentazione è potuta avvenire grazie al plasma arrivato da Novara. L’ospedale Maggiore è infatti il primo centro del Piemonte ad aver avviato la nuova terapia in regione. Si segue il protocollo messo a punto dal San Matteo di Pavia e i cui risultati sono giudicati dalla comunità scientifica incoraggianti. Una tecnica non nuova, sperimentata già per altre malattie e che si basa sullo sfruttamento degli anticorpi presenti nel sangue di chi ha vinto la lotta contro il virus.

Questa mattina in una video conferenza, presente l’assessore Luigi Icardi e i vertici dell’Unità di crisi regionale, i medici novaresi impegnati nella sperimentazione, hanno presentato i risultati del loro lavoro. La ricerca è partita a marzo, in piena emergenza sanitaria e oggi ha portato a testare 13 donatori. Quattro al momento sono i pazienti in trattamento. Tre hanno finito il percorso con buoni risultati, per il quarto è ancora in corso.

La sperimentazione è prossima a partire anche sul resto del territorio regionale. La Città della Salute di Torino sarà a capo del progetto che vedrà impegnati tutti i servizi trasfusionali e le Asl della regione.

di redazione@vconews.it
Pubblicato il 13 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore