Quantcast

Campagna vaccinale anticovid e antinfluenzale: tutte le date, le modalità e i luoghi

Ats Insubria ha riorganizzato le sedi che continueranno a erogare il vaccino anticovid. Dal 18 ottobre ai medici curanti arriverà l'antinfluenzale. Dal 5 novembre possibile rivolgersi ai centri massivi

vaccinazione antiCovid anziani

Chiude l’hub vaccinale della Schiranna e Ats Insubria riorganizza l’elenco delle sedi attive.

Le sedi vaccinali

Nel territorio dell’Asst Sette Laghi ci saranno: l’hub di Rancio Valcuvia aperto 7 giorni su 7  dalle 8.00 alle 20.00; quello di Arcisate  attivo dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 20.00; l’ospedale di Varese nelle aule formazione 7 giorni su 7 dalle 8 alle 20,  gli ospedali di Angera e Tradate dalle 8 alle 14 dal lunedì al venerdì’. 

Nel territorio dell’ASST Valle Olona tutti i punti lavoreranno dal lunedì al venerdì con orari variabili a Malpensafiere dalle 8 alle 17, nella palestra ex Pizzigoni di Saronno dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 18, nell’ospedale di Gallarate dalle 8.30 alle 16.30. Saranno operative altre tre sedi ma sono su chiamata diretta dell’azienda ospedaliera nei centri vaccinali di Busto Arsizio, di Somma Lombardo e di Saronno ( soggetti immunocompormessi e trapiantati, oltre che al personale sanitario dipendente dell’ASST Valle Olona).

Chi è coinvolto:

– per i soggetti maggiori di 12 anni che non abbiano ancora eseguito il ciclo primario di vaccinazione;

– per i soggetti immunocompromessi o trapiantati per la somministrazione della dose addizionale a completamento del ciclo primario (a distanza di 28 giorni dalla seconda dose);

– per gli over 80 (compresi i nati nel 1941) e al personale sanitario per la somministrazione della dose booster (a distanza di 6 mesi dalla somministrazione della seconda dose).

 Modalità di accesso:

prenotazione sul portale regionale www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it seguendo le indicazioni specifiche per la categoria di proprio riferimento;

autopresentazione per chi si sottopone al ciclo vaccinale primario e appartiene alle categorie di personale scolastico, esercenti professioni sanitarie, giovani dai 12 ai 19 anni, donne in gravidanza, over 60;

chiamata diretta da parte delle ASST per le dosi addizionali dei soggetti immunocompromessi, trapiantati e per le dosi booster degli operatori sanitari delle strutture ospedaliere pubbliche. A partire dal 28 ottobre verrà estesa al restante personale sanitario, con accesso attraverso la prenotazione sulla piattaforma regionale.

Ats Insubria ha anche rifornito le RSA che gestiranno direttamente le somministrazioni delle terze dosi per i propri ospiti ed operatori. Sono stati individuati i fabbisogni, profilate le strutture sui programmi di registrazione vaccinale e opportunamente formato il personale.

Parallelamente, in concerto con i Medici di Medicina Generale, si stanno programmando le dosi booster per i soggetti over 80 che hanno necessità di effettuazione domiciliare e si sta valutando il coinvolgimento delle strutture private accreditate di ricovero e cura per la somministrazione della terza dose ai loro operatori sanitari.

Campagna Antinfluenzale

La Terza Fase della campagna vaccinale anticovid si sovrappone all’avvio della campagna antinfluenzale.

 Agli over 80, ai soggetti immunocompromessi e al personale sanitario che effettueranno la vaccinazione anticovid presso gli hub vaccinali, verrà proposta anche la profilassi per l’antinfluenzale. E’ stata, infatti, autorizzata dal Ministero della Salute la co-somministrazione.

A partire dal 18 ottobre, una prima fornitura di vaccino antifluenzale arriverà nella disponibilità dei Medici di Medicina Generale, che rimangono il primo riferimento al quale l’assistito può rivolgersi, qualora intenda aderire alla campagna antinfluenzale 

Il Medico di Medicina Generale potrà individuare diverse modalità di erogazione delle somministrazioni:

1. nel proprio studio;

2. singolarmente o in accordo con altri colleghi operanti nello stesso ambito in locali/spazi messi a disposizione dagli Enti locali o associazioni del territorio che verranno considerati esterni di prossimità degli studi;

3. presso gli Hub/Centri Vaccinali gestiti dalle ASST o dalle cooperative di MMG tenendo

in considerazione l’ubicazione geografica e fermo restando il principio di prossimità del cittadino.

L’offerta gratuita prenderà avvio con:

–       over 65 anni (gestita prioritariamente dai Medici di Medicina Generale)

–       persone a rischio per status o patologia (gestita da ASST e Medici di Medicina Generale)

–       bambini 6 mesi – 6 anni (gestita prioritariamente dai Pediatri di Libera Scelta)

–       Donne in gravidanza (gestita prioritariamente da ASST – consultori, reparto materno-infantile, ecc.)

 

Verrà estesa, a partire dal 22 novembre, anche a:

–       Soggetti tra i 60-64 anni sani (gestita prioritariamente dai Medici di Medicina Generale)

–       Altre categorie quali ad esempio donatori di sangue, conviventi soggetti a rischio, ecc. (gestita prioritariamente dalle ASST). 

A partire dal 28 ottobre, verrà aperta una piattaforma regionale dedicata alla prenotazione della vaccinazione antinfluenzale presso i centri vaccinali, fermo restando l’indicazione di rivolgersi in via prioritaria al proprio Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera Scelta che potrà dare indicazioni per l’appuntamento. Le somministrazioni prenderanno avvio dal 5 novembre, con possibilità di anticipo che verrà valutata dal singolo centro vaccinale.

La vaccinazione antinfluenzale prevede una sola dose per soggetti di tutte le età, anche se vaccinati per la prima volta, ad eccezione di bambini di età inferiore ai 9 anni che si vaccinano per la prima volta, per i quali è prevista la somministrazione di due dosi a distanza di almeno 4 settimane.

Per i bambini di età tra 6 mesi e 2 anni è previsto il vaccino tramite inoculazione, per i bambini dai 2 ai 6 anni il vaccino spray.

Anche per quest’anno Regione Lombardia associa alla campagna antinfluenzale la proposta di vaccinazione antipneumococcica ai sessantacinquenni (nati nell’anno 1956), ai soggetti a rischio che il Medico di Medicina Generale riterrà opportuno proteggere

– BPCO, asmatici, fumatori, ecc…) e ai soggetti ex-covid con sequele polmonati documentate.

ATS Insubria mira a raggiungere con la campagna antinfluenzale una copertura per gli over 65 pari al 75%.

La popolazione target dell’offerta gratuita è rappresentata da:

– over 65 sani: n. 359.166 soggetti (139.266 Como, 219.900 Varese)

– 60-64 anni sani: n. 79.305 soggetti (32.202 Como, 48.103 Varese)

– 18-64 anni fragili: n. 75.605 soggetti (32.192 Como, 43.413 Varese)

– 6 mesi – 6 anni sani e fragili 6-17 anni: n. 70.691 soggetti (28.097 Como, 42.594 Varese).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore