Quantcast

Campanelle unificate, cronaca e postini nel podcast del 13 ottobre

Le principali notizie scelte per voi dalla redazione che potete ascoltare sulle piattaforme Spreaker e Spotify

primo giorno di scuola a Varese

Le principali notizie di mercoledì 13 ottobre

Dal 25 ottobre torna per tutti gli studenti di Varese la campanella delle 8

Dal prossimo 25 ottobre si torna in classe alle ore 8: gli studenti delle scuole superiori ritroveranno l’antica consuetudine dell’ingresso unico.
In alcune aree della provincia, come il Tradatese e a Luino, è già realtà. Dal 25, invece, la novità sarà estesa alla cittadinanza di Varese e a Sesto Calende. L’arrivo in massa degli studenti richiederà anche il potenziamento dei mezzi di trasporto: l’agenzia del trasporto pubblico si sta attrezzando coinvolgendo le diverse ditte che garantiscono il servizio. In un settore dove, comunque, vige l’autonomia, sarà possibile che ciascuna scuola aderisca o meno al nuovo orario scolastico con unico ingresso alle 8 e uscita alle 12 o 13, a volte 14, in base al monte ore, ma ci sono istituti che non riescono a garantire il distanziamento in classe, per cui manterranno lo scaglionamento.

Melina Aita non uccise il marito, ribaltata in appello la sentenza per l’omicidio di Somma Lombardo

Melina Aita è stata assolta dalla Corte d’assise di Appello di Milano dall’accusa di aver ucciso il marito, Antonino Faraci.  L’omicidio avvenne il 12 aprile del 2014 nella casa della coppia a Somma Lombardo e insieme a lei vennero accusati Bechir Baghouli e Slaheddine Ben H’Mida.  Tutti e tre vennero condannati in primo grado all’ergastolo dalla Corte d’assise del Tribunale di Busto Arsizio (qui l’articolo) nel dicembre del 2018. Oggi, mercoledì, dopo due ore di discussione è arrivata l’assoluzione per Melina Aita e per Ben H’Mida mentre la condanna per Baghouli è stata ridotta a 24 anni.

Terrorizzavano coetanei e pendolari a Saronno, in manette i baby rapinatori della stazione

I carabinieri della compagnia di Saronno hanno arrestato due giovanissimi e altri due poco più grandi sono stati denunciati per una serie di rapine commesse in città negli ultimi mesi, soprattutto nei confronti di giovani vittime. Un 14 enne e un 15enne, entrambi residenti a Saronno ma di origini extracomunitarie sono stati sottoposti a provvedimenti restrittivi mentre altri due maggiorenni sono stati denunciati a piede libero.

Almeno quattro le rapine contestate alla banda di ragazzini: commesse con spregiudicatezza malgrado la giovane età per impossessarsi di gioielli, telefoni cellulari e denaro contante, ai danni prevalentemente di coetanei, ma non solo.

Faccia a faccia tra Bianchi e Galimberti per il futuro di Varese

Alla guida di Varese sarà riconfermato l’attuale sindaco Davide Galimberti o il deputato Matteo Bianchi? I cittadini al secondo turno di ballottaggio sceglieranno l’idea di città che ha raccontato il centrosinistra o quella che ha caratterizzato la campagna elettorale del centrodestra? Per schiarirsi ulteriormente le idee varesenews ha organizzato un faccia a faccia tra il candidato del centrodestra Matteo bianchi e il sindaco e candidato di centrosinistra Davide Galimberti. L’iniziativa si terrà giovedì 14 alle 21 nella sala Campiotti della Camera di commercio di piazza Montegrappa a Varese. La serata si svolgerà sia in presenza (è obbligatorio però prenotare) sia in streaming sui canali Youtube e Facebook di Varesenews. Per i due contendenti sarà forse l’ultimo momento per trovarsi faccia a faccia prima delle votazioni, che si terranno domenica 17 e lunedì 18.

Il postino di Somma e Golasecca non è più precario

Il postino di Somma, Golasecca e Coarezza non è più un precario*. Assunto a tempo determinato, ora passa invece al tempo indeterminato.
«Ormai mi conoscono tutti nelle zone dove consegno e in molti attendono il mio arrivo» racconta Luca Bretone. «Tra questi c’è chi aspetta il pacco contenente l’ultimo acquisto online e alcune signore che il giovedì si fanno trovare sull’uscio pronte a ricevere la copia della loro rivista preferita a cui sono abbonate». Bretone è stato assunto presso il Centro di Distribuzione di Gallarate: è uno dei venticinque nuovi lavoratori (portalettere e non solo) assunti in modo stabile da Poste Italiane .

 

Potete ascoltare il podcast sulle piattaforme Spreaker e Spotify

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore