Quantcast

Barriere antirumore per i treni, Pellicini: “Sentenza storica”

L'ex sindaco di Luino: “Anche sulla linea ferroviaria del Lago Maggiore dovranno finalmente essere rispettati i diritti delle comunità locali“

Di questi giorni la notizia che la suprema magistratura ha deciso per il posizionamento di barriere foniche su alcuni tratti della linea ferroviaria che costeggia il Lago Maggiore: il Consiglio di Stato, confermando la decisione del  Tar, impone a Rete Ferrovia Italiana di provvedere ad installare barriere anti rumore per mitigare il disturbo dei treni merci

Sul punto è intervenuto il consigliere di minoranza Andrea Pellicini che parla di  “buona notizia“.

Andrea Pellicini, che da sindaco di Luino si è battuto per anni per questi temi, saluta il verdetto della causa amministrativa che ha visto il successo di un cittadino di Calde’ contro il Ministero dell’Ambiente e RfI.

La giustizia sanziona la prepotenza dello Stato contro il comune cittadino. Anche sulla linea ferroviaria del Lago Maggiore dovranno finalmente essere rispettati i diritti delle comunità locali per le quali in questi anni i sindaci del territorio si sono battuti. È proprio il caso di dire che c’è un giudice a Berlino.”

di andrea.camurani@varesenews.it
Pubblicato il 27 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore