BBVarese scrive a sindaci e Prefetto: “Chiediamo chiarimenti sull’ordinanza regionale”

A sollevare il problema è Alfredo Dal Ferro, presidente dell’associazione BBVarese: “Alcune persone sono ospitate per motivi di lavoro o necessità, diteci cosa dobbiamo fare"

Esiste un problema per le persone residenti temporaneamente a Varese per motivi di lavoro ma non solo. L’ordinanza della Regione Lombardia impone infatti “la chiusura di tutte le strutture ricettive ad esclusione di quelle legate alla gestione dell’emergenza. Gli ospiti già presenti nella struttura dovranno lasciarla entro le 72 ore successive all’entrata in vigore dell’ordinanza”.

A sollevare il problema è Alfredo Dal Ferro, presidente dell’associazione BBVarese, che ha scritto una lettera inviata ad alcuni sindaci della provincia ed al Prefetto di Varese:

«Abbiamo diversi casi tra i nostri soci di ospitalità per lungo periodo di persone che sono qui per lavoro anche per enti statali tipo Enel, Ferrovie ecc. – scrive Dal Ferro -. Abbiamo alcuni casi di persone che accompagnano parenti negli ospedali, che aspettano la consegna della propria nuova abitazione o che attendono la fine della ristrutturazione. Queste persone sono ospitate in appartamenti a se stanti che usano temporaneamente come propria abitazione e per questo volevo sapere se possono rimanere o se devono essere messe in condizione di andarsene. Sono come affitti tradizionali, ma purtroppo regolati da quell’assurda legge sugli affitti brevi che osteggiamo da tempo. I nostri soci prendono molto seriamente la situazione, ma cercano di risolvere con umanità problemi che non sono loro, ma dei loro clienti. Data la scadenza entro 72 ore, si chiede cortesemente una risposta immediata, se possibile».

di tommaso.guidotti@varesenews.it
Pubblicato il 22 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore