Quantcast

Coronavirus, tutta Italia zona protetta: “Io resto a casa”

Lo ha annunciato il premier Conte durante la conferenza stampa della sera di lunedì 9 marzo: il decreto "Io resto a casa" in vigore da domani mattina

giuseppe conte

Il presidente del consiglio Giuseppe Conte è intervenuto questa sera, lunedì 9 marzo, per comunicare l’ampliamento della zona arancione a tutta Italia. Dopo la Lombardia i provvedimenti riguarderanno tutta la nazione. Le misure entrano in vigore dalla mattina del 10 marzo.

La sospensione delle attività didattiche in tutta Italia è fino al 3 aprile.

«Tutta l’Italia diventa “zona protetta” – ha spiegato il premier Giuseppe Conte –. Siamo consapevoli di quanto sia difficile cambiare le nostre abitudini e ho la massima comprensione per tutti gli italiani, ma purtroppo non abbiamo tempo, i numeri ci dicono che stiamo avendo una crescita importante dei contagi e delle persone ricoverate in terapia intensiva e subintensiva. Dobbiamo cambiare le nostre abitudini ora e tutti dobbiamo rinunciare a qualcosa per il bene dell’Italia e funzionerà solo se collaboriamo tutti. Per questo abbiamo deciso misure più stringenti per fermare l’avanzata del Coronavirus: sto per firmare un provvedimento che si chiamerà “Io resto a casa” dove tutta l’Italia verrà considerata zona protetta. Sono pienamente consapevole dell’importanza delle misure che andiamo ad adottare, ma servono per proteggere la salute di tutti».

E continua: «È quindi vietato qualsiasi tipo di assembramento nei locali pubblici, anche all’esterno, le attività sportive o le attività in palestra. Le attività didattiche sono sospese fino al 3 aprile in tutta Italia, così come sono da limitare gli spostamenti».

Conte conclude: «La decisione giusta è quella di restare a casa, ognuno deve fare la propria parte. Penso ai medici e agli infermieri che in queste ore stanno lavorando instancabilmente, prendendo queste misure penso anche a loro che rischiano la loro salute per gli altri».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore