Quantcast

I diritti di pesca sul Lago Maggiore nella “Dataroom” di Milena Gabanelli

L'approfondimento sulla discussa questione legata alla quota che i pescatori professionisti e dilettanti devono versare, per poter pescare nelle acque del lago

isola dei pescatori - ulisse piana

È dedicato al Lago Maggiore e al caso dei diritti esclusivi di pesca della famiglia Borromeo, l’ultimo approfondimento di “DataRoom”, lo speciale del Corriere della Sera dedicato al data journalism curato da Milena Gabanelli.

In un articolo apparso oggi sul quotidiano cartaceo e online, viene affrontata la discussa questione legata alla quota che i pescatori professionisti e dilettanti devono versare, per poter pescare nelle acque del lago, alla società che gestisce i beni della famiglia nobiliare e di conseguenza, alle azioni che quest’ultima deve attuare per tutelare il Lago Maggiore.

Si tratta di una quota annuale a fronte della quale sono previste, a carico della società che gestisce i beni del circuito Borromeo una serie di attività di tutela della qualità del Verbano, tra cui le attività di ripopolamento ittico, come stabilito da una serie di normative e sentenze.

L’approfondimento del Corriere ricostruisce la storia (si parte dal 1400) che sta alle spalle di questa situazione, giuridicamente fondata, e le responsabilità in materia di verifica degli adempimenti. Un’eccezione, quella del Lago Maggiore, che non trova altri riscontri in Italia, dove nel tempo diritti analoghi sono stati cancellati o acquisiti, dietro indennizzo, dalle pubbliche amministrazioni o da enti collegati all’attività di pesca.  L’articolo

 

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 12 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore