Quantcast

“Tavola virtuale” tra Comune e commercianti sestesi per superare la crisi

A partire da alcune agevolazioni come le riduzioni alle imposte del canone di pubblicità, dell'IMU e TARI, il sindaco Buzzi e il “vice” Favaron progettano insieme al comitato un “nuovo piano”, anche in vista dell'arrivo della bella stagione

Sesto Calende dall'alto

Una “tavola virtuale” per parlare delle problematiche che, a causa delle restrizioni causate dall’emergenza covid, stanno investendo il commercio di Sesto Calende e, soprattutto, per programmarne un rilancio in vista dell’arrivo della bella stagione. All’incontro, convocato da ConfCommercio Gallarate Malpensa e dal Gruppo Commercianti e Artigiani di Sesto Calende, ha preso parte il sindaco Giovanni Buzzi e il suo “vice” Edoardo Favaron, assessore al commercio.

Durante l’incontro, al quale ha partecipato anche il vicepresidente della proloco Andrea Scandola, l’amministrazione sestese ha voluto esprimere solidarietà ai commercianti penalizzati dalla crisi con alcuni interventi in loro supporto.

Sono infatti al vaglio riduzioni alle imposte del canone di pubblicità, dell’IMU e quella legata alla Tassa sui Rifiuti. Su questo aspetto, Confcommercio Gallarate Malpensa si è ripromessa di condividere le scelte attuate da altre amministrazioni comunali. Pari compiacimento è stato espresso dai commercianti per la scelta, a favore dei pubblici esercizi, di rinunciare agli oneri previsti sui plateatici oltre a favorirne una loro estensione. Inoltre, è emersa la scelta, appresa nell’occasione, di procedere a redigere un nuovo documento di zonizzazione acustica comunale andando così a superare alcune criticità emerse nella scorsa stagione estiva.

«In merito a questo si è convenuta la necessità, al termine di questa fase emergenziale, di condividere il rispetto di alcuni canoni dettati da ordine ed estetica – spiega il gruppo dei commercianti al termine dell’incontro -. Giudichiamo positivamente lo studio che possa rendere gratuitamente fruibili gli stalli blu dei parcheggi associandoli agli acquisti nei negozi di Sesto Calende e la scelta di recuperare nuove aree di sosta in concomitanza con l’importante cantiere della Marna».

Il gruppo ha inoltre posto l’attenzione sulla riapertura del bando promosso dal Distretto Malpensa Nord Ticino, sollecitando l’amministrazione a valutare di integrare con dei propri fondi, riservandole alle sole attività sestesi, le somme già accantonate e destinate a essere definitivamente esaurite.

«Una scelta che suggeriamo premiando le imprese commerciali che scelgono di investire imitando allo stesso tempo comportamenti virtuosi recitati da altre amministrazioni comunali» sottolineano gli esercenti, che hanno colto l’occasione per chiedere all’assessore Favaron di essere coinvolti nel dibattito sulla posizione definitiva del mercato settimanale.

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 31 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore