Due nuovi focolai di Covid in Ossola, 13 le persone contagiate

Quaranta (Asl Vco): "Riconducibili a due lavoratori frontalieri impiegati in Ticino e Vallese"

Preoccupazione per due nuovi focolai in Ossola. Entrambi sono riconducibili al mondo del frontalierato. A confermarlo il dottor Quaranta dell’Asl Vco: ” Stiamo monitorando la situazione. Si tratta di 13 persone contagiate in tutto”. Uno dei lavoratori contagiati oltreconfine lavora in Vallese, l’altro in Ticino.

“Il nostro sforzo è quello di allargare le indagini ed essere attenti a tutte le frequentazioni, soprattutto sui luoghi di lavoro da dove sono partiti i contagi” spiega ancora Quaranta.

“Nel caso del frontaliere impiegato in Canton Vallese ci sono tra i contatti due persone con sintomi lievi e 6 asintomatici, mentre per il frontaliere del Canton Ticino abbiamo una persona ricoverata in ospedale con condizioni non importanti del quadro clinico e i contagi sono in tutto 5″ continua Quaranta. Dall’Asl Vco fanno anche sapere che per circoscrivere i due focolai stanno eseguendo numerosi tamponi sia sui famigliari sia sui contatti, per circoscrivere il più possibile i casi.

Nelle ultime due settimane la situazione sembrava in fase di regressione e in molti casi distanziamenti sociali e mascherine sono state sempre meno prese in considerazione. L’attenzione deve ancora essere alta e questi due focolai ne sono la prova.

di redazione@vconews.it
Pubblicato il 26 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore