Canton Ticino, improbabile la riapertura delle frontiere per il 3 giugno

Lo afferma il presidente del consiglio di stato Norman Gobbi

Norman Gobbi, presidente di turno del Consiglio di Stato, esclude la riapertura delle frontiere con l’Italia per il 3 giugno anche se la decisione spetta al governo federale di Berna che, nei giorni scorsi, ha preso tempo. Il protrarsi delle restrizioni alla libera circolazione, se non per motivi di lavoro, pregiudica le possibilità di ripresa di commercio e turismo nelle provincie italiane di confine, tra le quali anche il Verbano Cusio Ossola. Piaggio Valmara è la porta d’accesso non solo per gli svizzeri ma per tedeschi e olandesi, tradizionali clientele di riferimento per i campeggi, i residence e gli alloggi in affitto per tutta la sponda piemontese, da Cannobio a Castelletto Ticino.

Per ciò che gli compete, inoltre, il Consiglio di stato ticinese ha deciso di prorogare lo “stato di necessità” legato al coronavirus fino a fine giugno per la popolazione residente.

di redazione@vconews.it
Pubblicato il 21 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore