Quantcast

Evade dai domiciliari, 50enne fermato dalla Polizia Locale di Sesto Calende

Un controllo stradale ha permesso di individuare una serie di irregolarità: sulla vettura su cui viaggiava pendeva una denuncia per perdita di possesso. L'uomo dovrà rispondere anche di ricettazione

polizia locale sesto calende

Un uomo di 50 anni residente nella zona del Basso Verbano è stato denunciato a piede libero per evasione dagli arresti domiciliari e ricettazione in seguito a un controllo stradale avvenuto ieri da parte del comando di Polizia Locale di Sesto Calende. L’uomo è stato intercettato mentre viaggiava in direzione di Vergiate, proveniente da Angera: al momento di verificare i documenti sono state notate alcune incongruenze che hanno sollevato il velo su una situazione ampiamente irregolare.

Anzitutto sono sorte perplessità sull’assicurazione, valida a prima vista: un controllo con la compagnia assicurativa ha rivelato che sull’automobile (immatricolata da una società di noleggio a lungo termine) pendeva una denuncia per perdita di possesso. Una situazione che aveva invalidato la polizza. L’uomo si è dichiarato ignaro della cosa, spiegando di aver ricevuto la vettura in prestito da un amico.

La posizione del 50enne però si è notevolmente aggravata quando gli agenti di Polizia Locale sestesi hanno controllato la sua fedina penale: l’uomo infatti avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari sino alla fine dell’anno, a causa di una lunga serie di reati che vanno dalla truffa alla violenza, dal porto abusivo d’armi ad altro ancora. Il guidatore ha cercato di giustificarsi parlando di impellenti necessità familiari ma è stato ugualmente riaccompagnato al proprio domicilio per continuare a scontare la pena.

Nel frattempo la vettura è stata posta sotto sequestro preventivo mentre è stato contattato il noleggiatore che, nelle scorse settimane, aveva sporto regolare denuncia. Dopo le consuete pratiche, l’auto sarà riconsegnata ai legittimi proprietari. Le indagini (resta da “assegnare” una denuncia per appropriazione indebita) sono ora coordinate dalla Procura di Busto Arsizio.

di redazione@verbanonews.it
Pubblicato il 23 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore