Quantcast

La solidarietà non è in lockdown, sostieni la colletta alimentare

Si terrà fino all'8 dicembre (giornata clou il 28 novembre) e ha una formula nuova per rispettare le norme anticovid: i “contenitori” della spesa diventano delle card da 2, 5 e 10 euro che si troveranno all’interno dei supermercati che hanno aderito all'iniziativa

Colletta alimentare 2017

La pandemia non ha interrotto l’attività del Banco di solidarietà alimentare Nonsolopane, anzi in questo periodo sono aumentate le richieste di aiuto di famiglie e singoli in difficoltà. Un primo sostegno che si puo’ dare al Banco è con la colletta alimentare, che è già iniziata e proseguirà fino all’8 dicembre. Quest’anno sarà adattata alle norme anticovid. È cambiata sostanzialmente la formula ma non l’obiettivo, che è sempre quello di sostenere le persone e le famiglie che per varie ragioni, compresa la crisi generata dal coronavirus, sono in grave difficoltà.

Quest’anno quindi per motivi di sicurezza non vedrete più i volontari all’entrata e all’uscita dei supermercati a distribuire sacchetti e volantini e non si potranno passare di mano in mano i generi alimentari per confezionare gli scatoloni da stoccare  nei magazzini.

LE NOVITÀ DELLA COLLETTA ALIMENTARE
Quest’anno la durata della Colletta sarà dal 21 novembre all’8 dicembre. Il giorno centrale sarà il 28 novembre, come sempre l’ultimo sabato di novembre. Dovendo rispettare le norme vigenti in ordine alla sicurezza sanitaria e sociale, i “contenitori” della spesa diventano delle card da 2, 5 e 10 euro. Le card si troveranno all’interno dei supermercati che hanno aderito alla Colletta, collocati su appositi espositori e alle casse.
 “Fare la Colletta” vorrà dire dunque sia donare attraverso le card, sia impegnarsi nella comunicazione, la cui importanza quest’anno diventa cruciale. Insomma,  cambia la forma della Colletta 2020, ma non la sostanza.
La donazione attraverso le card si può fare anche on line su questo sito   e diventando “ambassador” della colletta nel diffondere queste informazioni, ognuno secondo la propria creatività.
DONARE GUSTANDO QUALCOSA DI BUONO 
Cosa c’è di meglio che aiutare gustando qualcosa di buono? Il Banco di solidarietà alimentare “Nonsolopane” ha realizzato un laboratorio per trasformare la frutta che gli viene donata in conserve e confetture che vengono a loro volta distribuite a chi ne ha più bisogno.
Le squisitezze del Dono possono essere anche acquistate online sul sito https://www.donononsolopane.org/ .Ce n’è per tutti i gusti e potrete sceglie tra confettura extra di mele cotogne, rabarbaro, Kiwi, cipolle di Tropea,  fichi,  cetrioli, mandaranci, mele, carote, zucca e zenzero e tante altre prelibatezze. Tra i prodotti ci sono anche la frutta disidratata, le tisane, i preparati per risotti, il miele, la purea e il the.
Se vuoi aiutare il banco di solidarietà non devi fare altro che  gustare questi prodotti squisiti, facendo una donazione nella sezione SCEGLI IL TUO DONO e ordinando i gusti che preferisci. Il ricavato aiuterà a sostenere i costi e quindi a continuare a riempire vasetti da donare alle famiglie bisognose.
Per regali aziendali e grossi ordini scrivere a dono@bancononsolopane.org

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore