Vittorio Sgarbi inserisce Il Maggiore tra le "brutture" d'Italia

Verbania -

VERBANIA -  Vittorio Sgarbi inserisce il Maggiore tra le brutture architettoniche d'Italia. Il Centro eventi verbanese è stato infatti inserito dal critico d'arte in quella poco lusinghiera lista di "beni" che rappresentano uno "sfregio" al Paesaggio. Raccogliendo segnalazioni da tutto il Bel Paese per la campagna #italiasfregiata, sulla sua pagina FB, Sgarbi scrive: «Questo è il teatro "Il Maggiore" di Verbania, sul Lago Maggiore.
Lo ha progettato l'archistar spagnola Salvador Perez Arroyo ed è costato 18 milioni di euro.
Ha 500 posti a sedere (più altri 200 in una sala attigua) a fronte di una popolazione di 30 mila abitanti nella sola città di Verbania (159 mila nella provincia omonima).
E' stato ultimato lo scorso anno ma a breve sono previsti i lavori di sostituzione della struttura interna in legno che riveste il teatro (e gli conferisce la caratteristica forma) in quanto allo stato attuale non può ottenere la licenza anti incendio
».

Una segnalazione che ha ottenuto più di 120 commenti e decine di condivisioni anche se la frase "previsti i lavori di sostituzione della struttura interna in legno" può trarre in inganno. Le opere sui “gusci” dei “sassi” per l’adeguamento del sistema di prevenzione incendi e l’ottenimento del certificato di prevenzione incendi prevedono "solo" l’installazione di rilevatori di calore, di  un sistema per spruzzare acqua, di un trattamento con vernici ignifughe della “gabbia” di legno che sostiene le placche metalliche dei quattro sassi. Il costo è di 250mila euro.

 

Antonella Durazzo
Ricerca in corso...