Viabilità del VCO, la CNA sostiene la richiesta dello stato di emergenza proposta dal presidente della Provincia

vco -

La CNA Piemonte Nord esprime il proprio rammarico per la mancata approvazione, da parte dell'assemblea dei sindaci della Provincia del VCO, della delibera per la richiesta, a Governo e Regione Piemonte, del riconoscimento dello stato di emergenza per la viabilità del VCO.

 

"La nostra Associazione - commenta il direttore della CNA Piemonte Nord Elio Medina - aveva dato il pieno sostegno a questa iniziativa, condividendo tutti i contenuti della proposta di delibera, che il presidente della Provincia aveva intenzione di portare all'approvazione del Consiglio. L'abbiamo sottoscritta, augurandoci che potesse trovare l'appoggio unanime dell'assemblea, e che successivamente ci fosse una piena assunzione di impegni concreti, non più rinviabili, da parte del Governo e della Regione Piemonte. Anche noi, come il presidente Stefano Costa, siamo amareggiati per l'assenza di 53 primi cittadini su 76, che erano stati convocati il 30 maggio. Questo atteggiamento dimostra il disinteresse per un problema, quello della viabilità, che è sotto gli occhi di tutti e che necessita di interventi urgenti".

 

La questione della viabilità sul territorio del VCO è davvero critica. La superstrada del Sempione è in condizioni disastrose, con tratti di corsie impraticabili e bloccate al traffico da mesi e altre al limite della praticabilità per le buche. Sulla strada statale della Valle Vigezzo e in quella del Lago Maggiore si verificano periodicamente delle frane, provocando incidenti mortali, oltre a disagi e rischi per i residenti, per i lavoratori, i frontalieri e i turisti.

 

"Queste strade – aggiunge - sono fondamentali per la mobilità del territorio del VCO e non solo, dato che sono vie di collegamento con la Svizzera. Riteniamo sia necessaria una viabilità efficiente e sicura per non penalizzare le imprese che si spostano tutti i giorni per lavoro in quest'area e anche oltre il confine elvetico. Una rete viaria efficiente, con infrastrutture adeguate ai tempi e ai bisogni di imprese e cittadini, è importante per lo sviluppo e la crescita del territorio sotto molti punti di vista, primo fra tutti quello economico”.

 

 

Comunicato Stampa
Ricerca in corso...