Statale 34, in via di affidamento gli studi geologici per la sicurezza dei versanti

Cannobio -

In dirittura d'arrivo l'affidamento per gli studi geomorfologici sui versanti della SS34  che saranno interessati alla posa delle 4 gallerie parlassi (Cannobio),la Regione, intanto, nei prossimi giorni stanzierà le risorse per analoghi studi sugli altri versanti da mettere in sicurezza. Sono questi tra i punti chiariti nell'incontro che martedì scorso s'è svolto a Roma tra la Regione Piemonte, rappresentata dal vicepresidente Aldo Reschigna e dall’assessore ai trasporti e alle infrastrutture Francesco Balocco, e l’ANAS, presente il presidente Gianni Vittorio Armani e alcuni dirigenti dell’ente. Tra i temi affrontati, le problematiche della SS34 del lago Maggiore e della SS337 della valle Vigezzo.
fa sapere la Regione che «sulla statale 34, in base dell’intesa raggiunta nell’ultimo incontro al Ministero delle Infrastrutture, l’ANAS ha confermato che sono in fase di aggiudicazione gli incarichi relativi agli studi geomorfologici per i quattro tratti dove è prevista la realizzazione di barriere paramassi. Dal canto suo la Regione Piemonte, insieme con i Comuni interessati, sta definendo il testo dell’accordo di programma che metterà a disposizione le risorse per gli studi geomorfologici sulle altre tratte della SS34. L’obiettivo è di portare l’accordo di programma all’approvazione della Giunta Regionale il prossimo 25 maggio».

Relativamente alla SS 337 «la Regione ha chiesto all’ANAS di stralciare dagli interventi complessivi  sull’arteria, finanziati con 70 milioni di euro, tutti gli interventi relativi alla messa in sicurezza dei versanti, in modo tale da accelerare i tempi di affidamento e di esecuzione. Tale proposta è stata accolta positivamente dall’ANAS, che non solo ha convenuto  sull’opportunità a tale proposito di un progetto specifico, ma ha anche proposto - avendo in corso, con affidamento tra la fine del 2018 e gli inizi del 2019, un appalto quadro complessivo per la messa in sicurezza dei versanti - di utilizzare tale procedura per l’esecuzione delle opere citate. Questo consentirebbe di avviare i cantieri sui versanti per la SS337 già nel corso del 2019».

Per la Regione Piemonte l’obiettivo prioritario è garantire la sicurezza sulle due strade statali”, hanno commentato Reschigna e Balocco. “L’incontro di martedì va in questa direzione, continueremo a lavorare perché ci sia il massimo di celerità negli interventi”.

 

Ricerca in corso...