Sicurezza sui treni e nelle stazioni, l'anno intenso della Polfer

domodossola -

Anno intenso, il 2017, per la sottosezione della Polizia Ferroviaria di Domodossola: durante tutto il 2017, gli operatori hanno controllato 7816 persone, di cui 3946 straniere, elevando 38 contravvenzioni al Regolamento di Polizia Ferroviaria, mentre sono state 18 le denunce ricevute per delitti consumati in ambito ferroviario.
L’attività della Polfer di Domodossola, nel territorio della sua giurisdizione, si è espletata tramite i 600 servizi di vigilanza allo scalo di Domodossola e gli oltre 400 servizi di scorta a bordo dei treni sulle tratte Domodossola-Milano e Domodossola-Novara, con contestuali 68 servizi straordinari di pattugliamento, disposti dal ministero.
Tra gli interventi quotidianamente effettuati dagli operatori Polfer, nel mese di giugno dello scorso anno, un ventiquattrenne marocchino è stato arrestato per una rapina perpetrata ai danni di una signora di circa sessantacinque anni, all’ingresso di un centro commerciale nei pressi della stazione, dove poi il rapinatore tentava invano di far perdere le proprie tracce. Lo stesso è stato poi rintracciato e fermato dalla Polfer, ancora in possesso degli effetti personali della donna, e arrestato.
Peculiare del territorio, anche l’intervento effettuato lungolinea perché un gregge di ovini, sfuggito al controllo, aveva occupato i binari nella tratta Verbania-Baveno.

Prosegue infine, per la Polfer del Piemonte e Valle d’Aosta il progetto “Train…to be cool”, promosso dal Servizio Polizia Ferroviaria, anche nel Verbano Cusio Ossola. Gli agenti hanno spiegato infatti agli studenti, il corretto comportamento da tenere in stazione e sul treno per tutelare la loro incolumità. La formazione, in alcune occasioni, si è espressa anche “sul campo”, cioè in stazione, con incontri che hanno permesso ai ragazzi di conoscere direttamente il mondo ferroviario nelle sue principali sfaccettature.

Ricerca in corso...