La Terra Buona, un film da applausi

Prolungata di una settimana la proiezione al Cinema Corso di Domodossola

DOMODOSSOLA -

Applausi ed entusiasmo, sono le reazioni che ha suscitato negli spettatori del Cinema Corso il film girato in Val Grande La Terra Buona. L'opera del regista piemontese Emanuele Caruso è stata vista a febbraio al cinema di Domodossola, in anteprima, da oltre 2000 ragazzi degli istituti superiori locali. La risposta appassionata degli studenti ha convinto il proprietario del Cinema Corso, Franco Antonioli, a contattare il regista per avere la possibilità di proiettare la pellicola anche la settimana del 1 marzo, data del primo giorno di distribuzione ufficiale del film. Ma non basta, gli spettatori si sono fatti, nel corso dei quattro giorni di proiezioni, sempre più numerosi, da qui la decisione di lasciare in programmazione il film anche questa settimana, da giovedì 8 all'11 marzo.

“Dopo l'anteprima con le scuole ho voluto proporre il film a tutti, è una cosa cui tenevo particolarmente, in molti anni mi è capitato solo poche volte di assistere ad una reazione così entusiasta del pubblico e gli applausi non sono una questione di campanilismo, per il fatto che sia girato nella nostra zona" dice Franco Antonioli. "A me è piaciuto molto, come sembra piacere agli spettatori. Ho preferito proporre La terra buona, piuttosto che altri film offerti dalle grandi case di produzione, con budget limitati esiste ancora la possibilità di raccontare storie che emozionano e di fare cinema di ottima qualità”. E come Antonioli la devono pensare in molti, visto che La Terra buona è attualmente il film con la miglior media schermo d'Italia e, dopo la prima, era tra i 20 film più visti nel nostro Paese.

La proiezione si svolge nella sala grande, sabato e domenica è previsto anche uno spettacolo pomeridiano, per orari ed ulteriori informazioni  è possibile consultare il sito del Cinema Corso.

Francesco Onor
Ricerca in corso...